Cultura ed Eventi

TERRE DI ARISTEO SU VALORIZZAZIONE CATACOMBE EBRAICHE A VENOSA

“L’iniziativa della neo sindaca di Venosa Marianna Iovanni e dell’intera Amministrazione Comunale per la valorizzazione delle catacombe ebraiche di Venosa è in sintonia con il programma di azioni che il Distretto di Turismo Rurale “Le Terre di Aristeo” ha già avviato da tempo.

A sottolinearlo è l’a.d. del Distretto Saverio Lamiranda sottolineando che il finanziamento deciso dal Ministero per i Beni Culturali (2,5 milioni di euro) rappresenta un’importante opportunità oltre ad essere un segnale di grande interesse del Ministro Bonisoli e del Governo.

Lamiranda – si legge nella nota diffusa da “Le Terre di Aristeo” – ricorda la visita scientifico-culturale che il Distretto ha promosso nel mese di gennaio scorso di una delegazione di studiosi internazionali e storici tra i quali il Prof. Steven Fine dell’ Università Santa Barbara (California) , storico di ebraismo, il prof. Samuele Rocca di Gerusalemme (Università Ebraica Gerusalemme,) il prof. Ariel Samuel Lewin Unibas (Dip. Scienze Umane) che ha ottenuto il suo dottorato alla Hebrew University di Jerusalem.

Gli studiosi hanno visitato le catacombe ebraiche e discusso il piano di iniziative ed attività del Distretto per la valorizzazione culturale e turistica del patrimonio storico-culturale-religioso-artistico di Venosa e dell’intero territorio ricadente nel Distretto.

La visita scientifica inoltre ha dato il via ad un programma di attività che prevede collaborazioni con Fondazione Nazionale Beni Culturali Ebraici, Unibas, Orientale Napoli, istituti e Paesi che si occupano di cultura ebraica, manifestazioni e convegni di studio internazionali con l’impegno diretto del Distretto quale modalità innovativa di governance territoriale utile per il progresso anche economico delle Comunità Locali, in quanto sistema pubblico economico – sociale di gestione decentrata.

Un impegno in sinergia con le iniziative di Matera 2019, attraverso un collegamento diretto di Venosa e del Vulture-Alto Bradano con la Capitale Europea della Cultura 2019.

Si lavora perché le catacombe di Venosa possano costituire l’attrattore principale ed esclusivo a livello internazionale dell’intera Comunità Turistica Integrata dell’Area e anche le presenze a Matera di cittadini di fede ebraica abbiano l’opportunità di proseguire il percorso culturale con la visita alle catacombe ebraiche di Venosa e all’intero patrimonio culturale e storico del comprensorio cogliendo a pieno le opportunità generate da Matera, capitale della cultura europea 2019, per l’ampliamento e la realizzazione di una nuova accoglienza di qualità”.

Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button