Cultura ed Eventi

La comunità si riunisce per leggere le pagine di Carlo Levi

Sta riscontrando una grande partecipazione di pubblico il Progetto di Comunità di Matera 2019 La Città incontra “Cristo si è Fermato a Eboli” di Carlo Levi,  proposto da un gruppo di soci dell’ UNITEP (Università della Terza età e dell’Educazione Permanente) di Matera, con l’obiettivo di portare in giro per i quartieri della città il testo che ha cambiato per sempre la sua storia.

Tutto ciò chiedendo ospitalità ad abitanti di ogni zona, che hanno aperto ai lettori – ed ai tanti partecipanti – le loro case, i loro giardini, i loro spazi di lavoro e di vita.

Il progetto si sviluppa attraverso 6 incontri in sei luoghi diversi della città (nei Sassi, a Serra Rifusa, Agna e La Martella), per ripensare, attraverso la lettura, i valori di cui è impregnato il nostro vissuto e il nostro presente e che devono essere i punti di partenza per il nostro sviluppo.

I primi tre incontri, uno a Casa Abiusi nel cuore dei Sassi, uno a Casa Francione a La Martella ed uno al Centro Polivalente Integrato di Serra Rifusa, hanno visto la partecipazione di circa 70 persone ad incontro, inclusi molti cittadini temporanei che hanno goduto della rara possibilità di essere accolti dai cittadini permanenti.

Tutti gli incontri si svolgono dalle 18.00 alle 20.00. I prossimi si terranno nelle seguenti date e luoghi:

  • 24/04/2019 CREA CHE RICREA (Filocafè) di Angela Ramundo – Via Rosario 31
  • 08/05/2019 CASINO PADULA – Rione Agna
  • 15/05/2019 STUDIO FILAZZOLA – Via S.Angelo 68 (di fronte a Porta Pistola)Tutti gli appuntamenti sono consultabili sul calendario ufficiale di Matera 2019 www.materaevents.it 
  • L’Unitep nasce con la finalità di contribuire alla crescita culturale e civile delle persone e con l’intento principale di rafforzare il loro inserimento sociale.
  • Rivolge la sua attività socio-culturale prevalentemente nei riguardi di adulti e anziani, attraverso la programmazione di corsi e laboratori e la realizzazione di progetti finalizzati alla conoscenza del territorio della Basilicata.
Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button