Cultura ed Eventi

Nuovo appuntamento con Matera Alberga. Il 23 febbraio l’intervento di Giuseppe Stampone all’Hotel del Campo

Riparte Matera Alberga – Arte accogliente che dà appuntamento al 23 febbraio dalle 11 alle 21 con l’intervento di Giuseppe Stampone (Cluses, 1974) presso l’Hotel del Campo.

Dopo il grande successo di pubblico e stampa delle aperture realizzate in occasione dell’opening di Matera 2019 – con le opere di Dario Carmentano, Alfredo Pirri, Filippo Riniolo – il progetto si avvia a svelare la quarta installazione costruendo una mappa virtuale e reale d’arte e d’accoglienza nei Sassi di Matera.

“Il mio intervento”, spiega Giuseppe Stampone, che incontrerà il pubblico alle 19 del 23 febbraio, “si intitola Doppia faccia/ Double face. Parto da una cartolina iconica di Matera e la vado a trasformare e post-produrre con il mio lavoro. Per me Matera non è solo quella della cartolina, ma include insieme ai Sassi e alla Murgia anche le periferie costruite dai grandi architetti (Carlo Aymonino, Ettore Stella, Luigi Piccinato, Giancarlo De Carlo e altri), sviluppatasi dopo il 1952. Proprio per questo ho creato un lightbox di 3 x 2 m. che raffigura due bambini giramondo, soggetti molto presenti nella mia ricerca.

Attraverso le mie opere hanno viaggiato a New York, a Rotterdam, a San Paolo. Questi due ragazzi per la prima volta non vedranno una città contemporanea, ma una città archeologica, in una crasi tra Sassi e palazzi delle periferie, creando la visione di un nuovo luogo, dove il centro è periferia e viceversa. Dove la storia si unisce alla contemporaneità. Dove viene annullato lo spazio-tempo sequenziale e didascalico per evidenziare il fatto che Matera non è solo i Sassi ma la gente che la abita”.

Matera Alberga è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 prodotto da Fondazione Matera-Basilicata 2019, ideato e curato da Francesco Cascino, Art Consultant, Fondatore e Direttore artistico di Arteprima, in collaborazione con Christian Caliandro; in partnership con CAM, Consorzio albergatori materani, e con il sostegno della Fondazione Carical.

Tutte le opere hanno una forte componente partecipativa, invitando i visitatori ad entrare in contatto diretto con esse e si configurano come progetti permanenti negli spazi degli hotel coinvolti.

Con Matera2019, infatti, sei alberghi della città di Matera che riproducono i vecchi Vicinati dei Sassi diventano luoghi di accoglienza ed esperienza creativa, spazi di produzione culturale, luoghi di scambio tra abitanti e viaggiatori, di condivisione sociale e culturale.

Il progetto Matera Alberga si arricchisce dei programmi partecipativi di formazione Art Thinking e Art Walking a cura di Francesco Cascino e Dario Carmentano.

Gli Art Thinking sono dei workshop indoor su arte e intelligenza emotiva che analizzano i fenomeni e le pratiche dell’arte contemporanea con l’obiettivo di promuovere una nuova consapevolezza sull’arte, da intendersi come una attività connaturata a tutte le persone, nessuna esclusa.

Ogni mese, a partire dalle installazioni realizzate dagli artisti in collaborazione con gli albergatori coinvolti nel progetto, Matera Alberga coinvolge e invita tutti, materani e cittadini temporanei a partecipare a questi laboratori di riflessione sull’arte.

Il 23 febbraio Francesco Cascino, Dario Carmentano e Giuseppe Stampone presentano il primo workshop presso l’Hotel del Campo dalle 10 alle 12: partendo dalla Antica Grecia, e proiettando decine di immagini delle opere più importanti della storia, i relatori giungeranno al Presente e ai protagonisti dello scenario mondiale dell’arte contemporanea, per comprendere il mondo e le sue evoluzioni attraverso la ricerca degli artisti visivi e con particolare focus sull’opera che inaugura il 23 febbraio.

Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button