News Musica

BRUNO CARUSO Oggi esce in radio CON UN BRIVIDO IL NUOVO SINGOLO DEL CANTAUTORE ROMANO

Da oggi, venerdì 11 gennaio, è disponibile in rotazione radiofonica “Con un brivido”, il nuovo singolo del cantautore romano Bruno Caruso. Il brano arriva dopo la pubblicazione del precedente singolo “Aria” e anticipa l’uscita del disco di debutto del musicista, attualmente in fase di lavorazione.

«“Con un brivido” parla di quella sensazione, quel brivido, che proviamo nei confronti di qualcuno o qualcosa – racconta Bruno Caruso – e che ci fa desiderare di non perdere il soggetto che ci provoca tale sentimento. Il brano può essere rivolto a una persona, a una passione, a un modo di vivere… I brividi sono quelle cose che nascono da situazioni e ce ne portano di nuove.»

“Con un brivido” è stato scritto e composto da Bruno Caruso, che ne ha curato anche la produzione insieme a 9 Produzioni. Hanno suonato: Bruno Caruso (voce), Alberto Croce (batteria), Simone Di Leo (basso) e Dario Benedetti (chitarre).

BIO

Bruno Caruso nasce in Germania da genitori emigranti e cresce in Calabria. Si avvicina alla musica fin da bambino quando riceve in regalo  una pianola elettrica. Inizia quindi a studiare prima pianoforte e successivamente chitarra. Adolescente sente l’esigenza di comporre la propria musica e decide di trasferirsi a Roma dove fonda la sua prima bond come frontman/vocalist: i Dukin Hash, con i quali si esibisce in diversi locali della capitale. Successivamente forma un secondo gruppo, i 342,  per proporre uno spettacolo diverso, fatto di cover di rock band italiane. Il pensiero fisso rimane la propria musica, esigenza che lo porta a concentrarsi esclusivamente sulle sue produzioni, la prima delle quali, “Aria”, viene pubblicata il 20 settembre 2018. Il, brano, primo estratto dall’imminente album di debutto previsto per il 2019, è accompagnato da un video ufficiale pubblicato online il 7 dicembre 2018L’11 gennaio esce in radio il singolo “Con un brivido”.

 

https://www.facebook.com/brunocarusorock/

Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *