Cronaca

A Senise la Befana ha regalato gioia ed allegria

SENISE – È giunta con la sua scopa per portare dolcezza ed allegria ai bambini di Senise che impazienti hanno atteso il suo arrivo. La Befana ha sfidato il freddo e nel pomeriggio del 6 ha scaldato il cuore di piccoli e grandi che si sono divertiti, giocando e ballando con lei.

Dopo aver attraversato le strade del paese, la simpatica vecchietta si è intrattenuta con i numerosi presenti nel rione San Pietro. L’evento è stato organizzato dall’associazione “La Rete” Onlus nell’ambito della manifestazione “Il Natale degli abbracci”, che ha aperto il ricco calendario di appuntamenti della stagione natalizia senisese  e che ha avuto come protagonisti principali i bambini, le risorse del futuro sul quale puntare.

Soddisfatta della partecipazione registrata durante le due giornate, la presidente dell’associazione, Giuseppina De Donato , nel ringraziare quanti hanno reso possibile la buona riuscita dell’evento ha voluto sottolineare l’obiettivo che si inteso raggiungere.

“In una società sempre più legata al mero consumismo e alla mancanza di rapporti umani che l’evoluzione della tecnologia ci ha consegnato, è importante regalare ai bambini momenti di serenità che non si esauriscono con il divertimento e l’allegria, ma che invece possono essere occasione di riflessione sul come sia importante socializzare con l’altro, condividere attimi che solo la gioia dello stare insieme può donare.

Sono queste le basi che dobbiamo gettare se vogliamo costruire un mondo migliore”. Al termine della serata, la Befana con alcuni giovanissimi assistenti e alla presenza del sindaco, Rossella Spagnuolo, ha estratto i biglietti della lotteria.

Di seguito i numeri vincenti (consultabili anche sul sito www.associazionelarete.org) : ad aggiudicarsi il primo premio ( l’automobile, una Skoda CITIGO ) il biglietto numero 370, 2° premio il n. 699, 3° premio il n. 650, 4° premio il n. 180, 5° premio il n. 584, 6 premio il n. 570g, 7° premio il n.713, 8° premio il  n.994.

 

Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *