Politica

Pace: presepe di Artese simbolo cristiano di speranza

Il consigliere regionale del Gruppo misto esprime “il suo rinnovato apprezzamento e la sua stima per l’operato mirabile e prezioso di un grande artista lucano” che in questi giorni espone il suo presepe al Quirinale.

 La Presidenza della Repubblica italiana sta ospitando, dall’undici dicembre, la creazione del presepe del maestro lucano Franco Artese, esposto presso la sala D’Ercole messa a disposizione, per l’occasione, presso il Palazzo del Quirinale a Roma.

Il consigliere regionale del Gruppo misto Aurelio Pace esprime al Maestro Artese “il suo rinnovato apprezzamento e la sua stima per l’operato mirabile e prezioso di un grande artista lucano che fa conoscere, attraverso la bellezza delle sue creazioni, scorci indimenticabili della città di Matera, animati dalla inconfondibili figure plastiche del maestro che, da tempo, riscuotono notevole successo di pubblico”.

“La vocazione della nostra Regione, quella di raccontare al mondo la presenza di una storia e di una cultura animata da interpreti di riconosciuta fama, è una responsabilità che l’Apt di Basilicata ha ben saputo cogliere e valorizzare attraverso questo ambizioso progetto, che ci vede protagonisti in occasione dell’inaugurazione del presepe presso il palazzo del Quirinale.

Le opere del maestro Artese, già esposte a Piazza San Pietro nel 2012, a New York nel 2015, a Palazzo Marino nel 2016 ed a Firenze lo scorso anno, oltre ad essere opere artistiche di gran pregio, rappresentano un simbolo cristiano di salvezza e speranza fortemente sentito e l’opportunità, per ogni cattolico, di comprendere l’unicità di ognuno agli occhi del Creatore, il valore della vita affidata al prossimo, con la speranza di trovare redenzione attraverso l’esistenza del Messia che si è fatto uomo per noi tutti.

I valori che animano il simbolo che il presepe rappresenta sono raccolti anche nella bellezza, riconosciuta internazionalmente, delle opere del nostro conterraneo maestro Artese che, nella sua arte, è riuscito a trasferire il fascino profondo di un amore per il bello che il Natale ci racconta attraverso una storia millenaria”.

Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button