News Musica

Cranchi – A Te Che Aspetti Il Treno – il nuovo video dall’album “L’Impresa Della Salamandra” CD e Digitale – New Model Label – dist. Audioglobe diretto e filmato da Giovanni Tutti

“A volte aspettiamo treni che non arriveranno mai, troppo veloci, noi troppo in ritardo. L’attesa può essere l’occasione di una nuova vita e allora decidiamo di perderlo quel treno, 
perché non era il nostro”
Cranchi
 

“A Te Che Aspetti Il Treno” è il primo singolo da “L’Impresa Della Salamandra”, il quinto disco di Cranchi, cantautore mantovano con uno stile personale, in cui si fondono canzone d’autore e impegno civile, suggestioni letterarie e storie personali dell’autore.

Una musica che guarda alla tradizione ma allo stesso tempo è contemporanea, in cui convivono chitarre acustiche ed elettriche, arrangiamenti minimali e momenti più ricercati.

Cranchi ha suonato in tutta Italia, in club, festival, manifestazioni dedicate alla canzone d’autore ed ha all’attivo anche un tour in Cile.

Un suo brano è stato incluso nella colonna sonora del film “I Cormorani” di Fabio Bobbio.

Tra un concerto e l’altro Cranchi e la sua banda vivono sulle rive del Po.

Massimiliano Cranchi è un cantautore mantovano, classe ’82. Insieme all’amico, autore e chitarrista, Marco Degli Esposti nel 2010 inizia ad arrangiare e suonare dal vivo canzoni originali di sua composizione.

Cranchi dal vivo è accompagnato da Marco Degli Esposti (chitarra elettrica), Simone Castaldelli, (Basso elettrico), Luca Zerbinati (Tastiere), Alessandro Gelli (Violino) e Fausto Negrelli (Batteria).

Il primo cd, auto-prodotto, “Caramelle cinesi” esce a Febbraio 2011. Cd intimo e riflessivo sul tema dell’amore e del viaggio. La voce femminile inUlisse e Orecchie da coniglio è di Marta Poltronieri.

Tra i brani più conosciuti “Beresina”, “Un tema” e “Le ragazze di San Frediano”.

Nel 2012 esce “Volevamo uccidere il re” (In The Bottle Records). “Volevamo uccidere il re” è folk. È canzone d’autore che sa di pianura e di fiume, di gente che vede le montagne ma non le ha mai scalate, che sente il profumo del mare ma non lo ha mai navigato.

Francesca Amati (Comaneci, Amycanbe) ha prestato la sua voce in “Cecilia”.

La canzone “Ho lasciato il tuo amore”, tratta dall’album, fa parte di una compilation per la LAV (lega anti vivisezione) di Modena e presente nel film “I Cormorani” di Fabio Bobbio Sordini (dicembre 2016).

Con questo disco Massimiliano e la sua band sono stati ospiti della serata finale del premio Tenco 2013.

A febbraio 2015 è uscito il terzo disco della band: “Non canto per cantare”, per New Model Label / In The Bottle Records, con distribuzione Audioglobe.

Disco dedicato al Cile e al cantautore Victor Jara, viene suonato tra Santiago del Chile e Valparaiso a ottobre 2016.

Nel 2016 “Eroe Borghese” ha ricevuto una menzione speciale di merito dalla giuria di qualità di Magazzini Sonori della Regione Emilia-Romagna e fa parte della compilation “Libera la musica” del 2015.

A febbraio 2017 esce “Spiegazioni Improbabili” pubbllicato da New Model Label

E’ difficile, forse impossibile, spiegare una vita, a volte risulta impossibile spiegarla pure a noi stessi. Le canzoni sono scelte, passaggi, incontri e scontri di questa vita.

Valentina Curti è la voce femminile di “Anna”.

“Malabrocca”, “Fa un caldo che si muore” e “Ferrara” i singoli del disco.

L’uscita del quinto disco è il 23 novembre 2018 con il titolo “L’impresa della Salamandra” e sarà presentato lo stesso giorno alla Sala Estense di Ferrara.

Tra un concerto e l’altro Cranchi e la sua banda vivono sulle rive del Po.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close