Media

AgId lancia #ComunicaItalia, piattaforma dedicata ai comunicatori della P.a. per promuovere i servizi digitali

Una piattaforma dedicata ai comunicatori della pubblica amministrazione per insegnare l’utilizzo delle più moderne soluzioni di marketing, comunicazione e storytelling per la promozione dei servizi digitali offerti.

Il progetto si chiama #ComunicaItalia ed è coordinato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgId) che, per realizzarlo, ha chiesto la collaborazione di professionisti della comunicazione pubblica e privata. Il sito è online all’indirizzo comunica.italia.it.

Come spiegare ai cittadini quali sono i vantaggi di Spid (il sistema pubblico di identità digitale)? O le possibilità offerte dall’utilizzo dei servizi digitali di Regioni e Comuni, rispetto all’utilizzo di quelli analogici? Quali sono le campagne di comunicazione, marketing e storytelling più efficaci per promuoverne la conoscenza e l’utilizzo da parte di cittadini di tutte le età? Sono alcuni esempi di come #ComunicaItalia intende aiutare i comunicatori della p.a. a promuovere i servizi digitali.

L’indice Desi, che – ricorda AgId – misura lo stato di avanzamento digitale dei Paesi europei, nella rilevazione 2018 segnala che in Italia la disponibilità di servizi e-Government è al di sopra della media Ue, ma nonostante ciò la percentuale di accesso degli utenti risulta ancora bassa.

Da qui l’importanza di una comunicazione che possa aiutare concretamente i cittadini a familiarizzare con le piattaforme digitali.

Comunicatori, addetti stampa e social media manager impegnati nel percorso di digitalizzazione della p.a. potranno trovare online le Linee Guida per la Promozione dei Servizi Digitali con suggerimenti e indicazioni pratiche su come realizzare strategie per promuovere i servizi digitali attraverso diversi strumenti, dalla stampa al web, dalla tv ai social media e altri canali.

Oltre alle tradizionali lezioni, sul sito è disponibile anche un kit con strumenti e format grafici per progettare e migliorare le campagne di promozione.

 

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *