Politica

Rinnovo presidenza Parco Appennino Lucano, nasce fronda anti-Taddei a guidarla Borneo

SAN CHIRICO RAPARO – Alla luce delle “spiacevoli” vicende apprese dagli organi di informazione, relativamente alle indagini in corso della Corte dei conti, “che hanno ulteriormente deteriorato l’immagine del Parco dell’Appennino Lucano” e “considerata l’imminente nomina del presidente che avverrà con decreto del ministro d’intesa con il presidente della Regione”, il sindaco di San Chirico Raparo, Claudio Borneo, ha deciso di prendere carta e penna.

Ieri ha inviato una lettera al presidente pro-tempore Franco Curto del Parco Val d’Agri-Lagonegrese, al presidente della Regione Marcello Pittella e per conoscenza ai sindaci dell’area, per chiedere la convocazione straordinaria della comunità del Parco e discutere di vari punti attinenti alle tematiche turistico-ambientali, ai criteri della prossima nomina e alla richiesta delle dimissioni di tutti i componenti del Consiglio del Parco.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button