Comunicato Stampa

Venerdì 12 Gennaio Notte Nazionale del Liceo Classico a Lauria

Il 12 gennaio prossimo, venerdì, dalle ore 18.00 alle ore 24.00, le porte di oltre 400 licei classici di tutta Italia si apriranno al pubblico, per celebrare la “Notte Nazionale del Liceo Classico”, ideata da Rocco Schembra, docente del Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT), sostenuta dal MIUR, e ormai giunta alla quarta edizione.

All’iniziativa e al suo intento di dimostrare la vitalità dei classici e l’attualità degli studi umanistici, ha aderito, quest’anno, anche il Liceo classico “Nicola Carlomagno” di Lauria (PZ), guidato dal Dirigente Natale Straface, con un programma ricco di eventi, performance teatrali, letture, proiezioni, balletti, concerti, esibizioni canore, che i rappresentanti studenteschi Giovanni Angrisano, Angelica Lamboglia, Sofia Nipote, assistiti dai docenti Francesco Bellusci, Luigi Beneduci, Tina Cosenza, Elena Ferraro, Orlanda Pagliarulo, Annamaria Scaldaferri, hanno voluto centrare sul tema: “I dilemmi”.

Si parte con il dilemma di Virgilio, se bruciare o consegnare all’imperatore Augusto l’Eneide. Tratto da La morte di Virgilio dello scrittore austriaco Hermann Broch, perseguitato dai nazisti, si porterà in scena il confronto serrato e drammatico tra i due, in cui si viene a capo degli scopi profondi e ultimi della poesia e del poeta, combattuto tra l’obbligo di scrivere per la gloria del suo committente e l’esigenza di consacrare l’arte e la poesia alla conoscenza della verità sulla vita e sul senso della morte degli uomini.

Seguiranno i dilemmi ricavati dall’opera di un erede moderno del teatro tragico antico: Bertolt Brecht. Con soluzioni registiche innovative, gli studenti metteranno in scena la versione integrale di un’opera scritta per le scuole dal grande drammaturgo tedesco, ispirata a un’antica favola giapponese e imperniata sul dilemma tra l’obbedienza alla tradizione e il rispetto della dignità umana: Il consenziente e il dissenziente, e alcune parti tratte dal capolavoro Vita di Galileo, per riflettere su come, in qualsiasi tempo, possano entrare in tensione i rapporti tra l’autorità politica e il mondo della ricerca scientifica.

Sempre arrovellata dal dubbio tra il compiuto e l’incompiuto, il finito e il non-finito di un’opera d’arte, sarà presentata la figura di Michelangelo Buonarroti, mentre un dubbio interpretativo ruoterà intorno all’illustrazione della “Primavera” di Botticelli, tra arte, filosofia e letteratura.

Ancora all’insegna dell’interdisciplinarietà, non mancherà un’incursione nei dilemmi trattati dalle teorie psicologiche e matematiche moderne, con il celeberrimo “dilemma del prigioniero” di Albert Tucker, che i ragazzi illustreranno mediante un video originale da loro realizzato.

Si conclude con la “tragedia” di Edipo, determinato ad andare avanti nel conoscere tutta la verità, mentre gli altri lo dissuadono dal farlo. Una rilettura del mito greco più noto, attraverso le immagini dell’Edipo Re di Pier Paolo Pasolini e alcuni spunti interpretativi dello psicanalista Massimo Recalcati.

La band musicale del liceo allieterà il pubblico con due momenti musicali di grande spessore e un balletto, con coreografie originali, ideate da Marika Bloise, sarà eseguito con il “ritmo” dei versi dell’Eneide.

Il tutto condito con momenti ricreativi e pause gastronomiche e la lettura di alcuni brani, scelti dal coordinatore nazionale dell’evento, che avverrà contemporaneamente in tutti i licei aderenti all’iniziativa.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *