News Musica

Federico Carro – “Rising Flame” Radio Date ven 01/12/2017

Un brano che ricorda molto le sonorità rockeggianti degli anni 80 riadattato con elementi moderni. Dalle forti influenze Depeche Mode, Rising Flame racconta di come non ci si debba fermare innanzi agli ostacoli, come la voglia di superarli possa derivare solo da una forte determinazione che cresce al pari di una corsa automobilistica.

Il video è stato girato ad inizio novembre, le riprese si sono svolte sul lungomare di Viareggio e in alcune location della provincia del La Spezia.

Produzione e regia sono state curate da Alessio Ciancianaini, regista ligure che si è avvalso della collaborazione di uno staff di professionisti tutto locale. Cantante a parte, il video vede la collaborazione della giovane modella spezzina Giulia Casalini. L’idea alla base del prodotto nasce dall’atmosfera stessa della canzone, fortemente debitrice di sonorità tipiche degli anni ’80. I colori, i costumi, l’oggettistica e gli ambienti sono stati scelti e preparati per rievocare tali “paesaggi”, senza alcuna volontà di fedele replica del periodo, bensì cercando di richiamarlo attraverso tali elementi e omaggiarlo in modo volutamente un po’ caricato.

La metafora oggetto del testo della canzone ha poi ispirato il mood tutto incentrato sul mondo dell’automobile, quasi a creare un legame tra la passione crescente e tutto ciò che può scaturire da motori, velocità e carrozzerie di auto da corsa.

Fanpage https://www.facebook.com/cantautorefedericocarro

Twitter http://federicocarro.com

Biografia

Nato a la Spezia il 15 Giugno 1991, Federico Carro cresce a Vernazza, circondato dalla natura radiosa di quei luoghi, trascorrendo il suo tempo immerso nel panorama del mare e delle colline, disegnando e dipingendo paesaggi, traendone ispirazione per le sue successive opere. Al liceo il suo lato artistico emerge sempre di più, rivelando il suo interesse per il mondo della scrittura. Di lì a poco scrive infatti la bozza del suo primo libro “Il segreto del verziere”. Verso l’inizio del suo ultimo anno alle superiori, la sua affezionata amica d’infanzia conosciuta alle elementari è vittima di un incidente, un evento che fa cambiare rotta all’artista, spingendolo a dedicarsi principalmente al mondo della musica. Su quell’incidente scriverà una poesia all’amica dedicata, divenuta successivamente una canzone.

 

Sempre più interessato ad artisti pop quali Michael Jackson, Christina Aguilera, Celine Dion, Mariah Carey, Whitney Houston senza disdegnarne il lato più latin di Ricky Martin, Enrique Iglesias e Shakira, Federico inizia ad esibirsi a Vernazza e dintorni come imitatore di Michael Jackson. Prende lezioni di pianoforte e canto, ampliando i suoi interessi alla musica blues e jazz. Durante uno dei suoi spettacoli una ragazza del posto suscita il suo interesse, tanto da comporre per il brano “Influenza angelica”.

 

Mentre il suo coinvolgimento nella musica pop e jazz cresce esprimendosi attraverso la composizione di nuove opere, Federico continua nella stesura del suo romanzo “Il segreto del verziere”; nel frattempo, insieme ad un suo amico sassofonista, riesce a formare un piccolo gruppo. Suonando prevalentemente pezzi jazz, blues e bossanova al pianoforte, cresce in lui l’interesse di incidere un proprio disco. Termina quindi “Come un lampo”, la canzone che aveva scritto per la sua amica scomparsa, che diverrà anche il titolo del primo album solista registrato al Nautilus Rec Studio di Carrara e a lei dedicato. Il singolo ottiene rotazioni e interviste su diverse radio italiane e perfino una londinese effettuata interamente in inglese.

 

Contemporaneamente, finisce il libro “Il segreto del verziere” e altri video musicali come “Lovely storm” e “Replace my soul” (quest’ultimo ispirato ad una storia d’amore finita male con una ragazza francese). Un incontro con una ragazza torinese funge da ispirazione per il suo secondo romanzo, “Il re della luce, l’ordine degli dei oscuri”.

Lancia il singolo “Brucerei il fuoco per te”, estratto da “Come un lampo”, che si piazza in 36° posizione nelle classifiche degli artisti italiani indipendenti, 5° nella classifica degli emergenti e 2º per due settimane nella classifica “Absolute Beginners” di Rockol fra gli artisti esordienti più ascoltati in radio su tutta la Penisola. Viene quindi contattato dalla Bentley Records, casa discografica internazionale di New York già collaboratrice di Sony, Universal e Warner, che decide di promuovere il secondo album all’estero.

 

Un nuovo incontro con una ragazza canadese sfocia in una breve quanto intensa storia d’amore che lo porterà a dedicarle due canzoni, di cui una, “Starlight”, titolo del secondo album uscito il 18 settembre e da cui sono stati estratti ben 3 singoli: “Starlight”, “Looking For Pain” e “Rising Flame”.

 

leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *