Comunicato Stampa

AOR San Carlo 14 Novembre inaugurazione stanza “Alice allo specchio”

 

Il 14 Novembre 2017, alle ore 11, presso la Sala Riunioni Unità Operativa Oncologia Medica ( pad. E, 1° piano) dell’Ospedale San Carlo, verrà inaugurata la stanza “Alice allo specchio”.

L’idea di “Alice allo Specchio” nasce dalla sensibilità delle socie dello Zonta Club International ( Club Service al servizio della comunità e delle donne in particolare) nel voler fare qualcosa di concreto per aiutare quelle donne che, impegnate nella lotta contro il cancro e sottoposte a terapia oncologica, si trovano a vivere un momento particolarmente critico della loro vita.

Alla base di tale proposta, che ha trovato il pieno appoggio del San Carlo nella persona del Dirigente Generale Rocco Maglietta e di Domenico Bilancia, direttore del Dipartimento Oncologico, vi è la firma di un Protocollo d’Intesa tra il San Carlo e lo Zonta, con la sua Presidente Dina Russiello, finalizzato alla prestazione del servizio volontario.


Il progetto si è concretizzato nell’allestimento (a cura di Experience di Rossella Capobianco) di una stanza “trucco e parrucco” che abbiamo voluto chiamare “Alice allo specchio”, una vera oasi di benessere e serenità, posta sullo stesso piano dell’Oncologia Medica e nelle immediate vicinanze del Day Hospital Oncologico.


La chemioterapia, come sappiamo, porta con sé, oltre che la speranza di una guarigione, sia malesseri fisici che cambiamenti nell’aspetto esteriore. L’obiettivo che ci siamo prefisse è di aiutare le donne sottoposte a chemioterapia a ritrovare fiducia nel proprio aspetto fisico durante e subito dopo la cura, riconquistando il senso di autostima e di benessere psicologico che, non potranno che influenzare positivamente anche l’esito della terapia.


L’iniziativa, che non interferisce con le cure mediche né intende sostituirsi in alcun modo ad esse, si traduce in un laboratorio del benessere fondato sull’ascolto e sulla condivisione di esperienze e di emozioni, e su consigli su come concretamente affrontare gli inevitabili cambiamenti dell’aspetto esteriore.


Il nostro scopo è anche quello di far uscire le donne dalla passività e dalla solitudine alle quali la malattia spesso le costringe. Riflettere la propria immagine in uno “specchio magico” aiuterà ad attivare la loro capacità di reagire e di elaborare paure ed emozioni, attraverso un ritrovato rapporto positivo con il proprio aspetto.


Per la realizzazione del progetto, il Club Service Zonta si avvarrà, a livello volontario, delle proprie socie, supportate da una socia psicologa, che assicureranno, a partire da dicembre, la loro presenza due alla volte, due volte a settimana ( il mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17, e il giovedì mattina dalle 9,30 alle 11) e di figure professionali relative al campo dell’acconciatura e dell’estetica.

leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *