Calcio & sport

COPPA ITALIA : BUONA LA PRIMA PER IL REAL SENISE

Un super Real Senise batte per due reti a uno il Latronico mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno.Per la cronaca, dopo aver osservato un minuto di raccoglimento per le vittime del sisma, ci provano subito i termali al 1′ con Di Cecca ma la sfera termina abbondantemente al lato. Al 3′ sono i senisesi a rispondere con una conclusione dalla distanza di Fabio Tuzio ma Rondinone blocca la sfera. Al 6′ sono ancora i sinnici a mettere i brividi alla difesa temale con un’incursione di La Neve, ma la difesa controlla.

Nei minuti successivi, dopo una conclusione di Arpaia per il Latronico sono ancora i sinnici a proporsi prima con Pellegrini e poi con una conclusione di Fabio Tuzio, ma in entrambi i casi Rondinone é pronto. Al 14’Real vicinissimo al vantaggio con un tiro-cross di Arleo che impegna Rondinone in angolo. Sugli sviluppi del corner é ancora Montano a sfiorare il vantaggio senisese. Al 24′ é il Latronico a provarci con un tiro cross di Giorgio servito da Salamone ma la difesa sinnica controlla. Alla mezz’ora sono ancora i ragazzi di Filardi a prendere l’iniziativa con uno scambio in velocità tra La Neve e Pioggia, ma la conclusione del centrocampista é parata da Rondinone così come la conclusione di La Neve un minuto più Tardi. Al 33’ci provano i Termali con Arpaia ma Labriola para.

Dopo un clamoroso palo colpito da Pellegrini, al 37′ il Senise passa. Tuzio conclude a Rete, ma La Neve ben piazzato, insacca. Nei minuti successivi dopo alcuni tentativi dei termali con Salamone, arriva il raddoppio per i Senisesi. Arleo batte una punizione e Petruccelli di testa insacca. Le squadre vanno al riposo con il Real Senise in vantaggio sul Latronico per due reti a zero.Nella ripresa il Latronico parte col piede giusto e al primo minuto accorcia le distanze con Arpaia lesto a sfruttare una corta respinta di Labriola. All’11” é ancora il Latronico con Matinata ad impegnare Labriola. Al 13″ si fa vivo il Senise con una fuga di Pellegrini che serve Montano ma il centravanti si lascia anticipare da Rondinone. Al 16” bruttissimo pugno a gioco fermo di Papaleo che stende Pioggia , per il signor Mele é espulsione diretta .

Nei minuti successivi il Senise non perde la testa e prima con Pellegrini e poi con La Neve sfiora il tris.Al 29” un super Labriola salva il risultato prima su Arpaia e poi su Salamone che scalda i numerosi tifosi senisesi giunti a Latronico. Al 37” sono ancora i senisesi a sfiorere la rete con Fabio Tuzio la cui conclusione termina di poco fuori. Al 39’sono i terminali ad avvicinarsi dalle parti di Labriola con una semirovesciata di Arpaia, ma Labriola controlla. Al 43″ , é l’ex Totaro a tentare la via della rete ma il tiro del terzino termina di poco fuori.

Nei minuti si recupero il Senise gestisce bene il risultato portando a casa un risultato prezioso che lascia ben sperare per il passaggio del turno. Sull’episodio capitato al calciatore Pioggia, é intervenuto il Dirigente Nino Marino che ha detto “l’episodio accaduto nel campo di latronico tra l’altro a gioco fermo contro il nostro calciatore Pioggia , e’ stato un gesto e una delusione per le persone che credono nei valori del calcio e dello sport perché attraverso questo, dovrebbe trasparire l’esempio di non violenza ma di sportività. Il calciatore che ha commesso tale episodio ha rovinato una giornata di festa calcistica nonostante il dolore che ha colpito tutta l’Italia per il ricordo anche nel campo delle vittime del terremoto”.

TABELLINO
Latronico : Rondinone, Giorgio, Totaro,Di Lascio (45′ st De Marco) , Fiscina, Nocera, Papaleo,Di Cecca ( 28′ st Agrello) Salamome, Matinata, Arpaia. A disp.Brando, Anania, Curcio, Viola. All. Matinata.
Real Senise: Labriola, Pellegrini, Micucci, Arleo, Gioia, Petruccelli, Tuzio F, Gialdino, La Neve ( 34′ st Volpe R), Pioggia( 20′ st Ferrara) Montano. A disp.Tuzio A, Ponzio, Tuzio A, Lanciato, Volpe G. All.Filardi
Marcatori: 35′ pt La Neve, 44’Petruccelli (RS) 1′ st Arpaia (L)
Arbitro: Mele di Policoro (Vicino- Rinaldi)
Note: Espulso Papaleo

Vincenzo Roseti

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *