Cronaca

Il centrodestra conquista la Basilicata

Lo spoglio conferma le proiezioni, il candidato forzista vola oltre il 42%. Ed esulta: “Nella mia agenda al primo posto il lavoro”. Il centrosinistra dopo 24 anni perde la guida della regione.

Calo dei 5 Stelle, al 20 per cento. Affluenza definitiva al 53,58, in crescita di 6 punti rispetto alle precedenti amministrative

Nessuna sorpresa dal voto in Basilicata: il centrodestra vince con quasi 10 punti percentuali sul centrosinistra come prevedevano i sondaggi della vigilia e il Movimento 5 stelle fa segnare un nuovo duro colpo.

I voti grillini rispetto all’exploit dello scorso anno si sono più che dimezzati. Per l’esattezza alle politiche del 2018, in Basilicata (alla Camera) il M5s aveva ottenuto il 44,3% dei voti.

Il centrodestra nel suo insieme aveva preso il 25,4%, con Forza Italia al 12,4% che doppiava la Lega al 6,3%, seguiti da Fdi al 3,7% e Noi con l’Italia-Udc al 3%. Il centrosinistra era crollato sotto il 20%, con il Pd fermo al 16,1%.

Nel 2013 il centrosinistra aveva trionfato con il 60% delle preferenze: il Pd era al 25% e la lista Pittella al 16%. Il Pdl era al 12,2% (tutto il centrodestra ottenne il 19% e la Lega nemmeno si presentò) mentre il M5s si fermava al 9%..

Per quanto riguarda il Pd, che non è presente con una propria lista o direttamente con il proprio simbolo, bisogna considerare che esponenti dem sono presenti però nelle liste che sostenevano Carlo Trerotola.

Impossibile fare un confronto con i risultati delle passate elezioni, però va fatto notare che il risultato di Trerotola (oltre il 30%) è sicuramente buono.

Le due liste principali che lo sostengono “Avanti Basilicata” e  “Comunità Democratiche – Partito Democratico” sommate arrivano al 18,4%.

REGIONALE 

SENISE 

Condividi sui social
leggi di piu'

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button