Media

Condé Nast lancia la sua Talent Social Agency

Condé Nast inaugura la Social Talent Agency, la sua prima agenzia di influencer. Attrici, modelle, ma anche giornalisti, fotografi e architetti, sono in tutto ventisette i talenti italiani e internazionali in scuderia, alcuni dei quali formati nella Condé Nast Social Academy lanciata nel 2017 in collaborazione con l’Università Bocconi.

Con un’età che va dai 20 ai 40 anni, gli influencer sono stati selezionati non solo guardando ai numeri dei loro follower, quanto piuttosto alla capacità di creare contenuti in modo verticale, generando relazioni dirette con le loro community di riferimento.

“L’idea non è di far esplodere i numeri, ma far passare i valori di Condé Nast, a cominciare dalla qualità”, ha spiegato durante la presentazione milanese alla stampa Riccardo Pozzoli, direttore creativo dell’agency, che, dopo aver collaborato nella formazione del gruppo di talent, ora svolgerà anche il ruolo di coach aiutando i ragazzi a definite le strategie di personal branding e l’ideazione dei progetti.

Crediamo che l’autenticità sia uno dei valori principali per fare il vero storytelling”, ha spiegato Francesca Airoldi, direttore generale sales & marketing di Condé Nast Italia, sottolineando come sia “nelle corde di Condé Nast dare suggestioni e influenzare”.

“Con questa iniziativa si completa la nostra offerta”, ha detto Fedele Usai, amministratore delegato di Condé Nast Italia, definendo la social agency anche il risultato di un lavoro portato avanti puntando e investendo sull’education. “Non credo”, ha rimarcato, “esista un player con una proposta così completa tra numeri e qualità”.

Gli influencer lavoreranno in sinergia con i brand e le properties di Condé Nast e potranno essere scelti come ambassador dai vari brand. “Essere inseriti in una casa editrice è garanzia di qualità”, ha sottolineato Airoldi.

Bocche cucite sull’investimento fatto per la creazione della nuova divisione, alla quale al momento sono dedicate 4 persone. “Per ora siamo nella fase di start up, ma abbiamo degli obiettivi molto ambiziosi”, ha dichiarato Airoldi, anticipando per il futuro l’arrivo di altri influencer.

Per quanto riguarda il Gruppo, nei primi nove mesi dell’anno c’è stata una continua crescita del digitale. “Sarà annunciato un nuovo progetto legato a Vanity Fair a novembre, mentre siamo al lavoro per altre iniziative per il 2019”, ha precisato ancora Airoldi.

“Punteremo su innovazione e sulle experience”, ha detto, indicandoli come punti di partenza per riconfigurare il business del gruppo. “Abbiamo consolidato la nostra audience, ora quello che vogliamo fare è dialogare maggiormente con le community, consolidandole e lavorando sulle esperienze che si possono offrire”, ha concluso.

 

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close