Politica

DE FILIPPO (PD): OLTRE AI NOMI QUALE SAREBBE IL FUTURO DELL’EIPLI?

“Non si comprende quale e se ci sia un piano strategico dell’ente. Ignoriamo quale sia e se ci sia un obiettivo territoriale.

Non si conosce quale sia e se ci sia un piano di rilancio. L’unica cosa chiara è che all’Eipli c’è un nuovo commissario scelto dal Governo nazionale senza nessun confronto con gli enti locali”.

Così il deputato lucano del Partito democratico della Basilicata, Vito De Filippo sulla nomina di Antonio Altomonte a commissario dell’Ente per lo Sviluppo dell’irrigazione e la trasformazione Fondiaria in Puglia e Lucania.

De Filippo sottolinea: “Come riportato dagli organi di stampa, Antonio Altomonte sarebbe in strettissimi rapporti di amicizia con il senatore lucano della Lega Pasquale Pepe.

Non è questo che mi sorprende. Ormai al netto delle dichiarazioni a effetto della Lega e dei loro alleati del Movimento 5 Stelle è lapalissiano che il vero obbiettivo del governo del cambiamento è cambiare tutto l’apparato dirigenziale, a qualsiasi livello, con una velocità supersonica.

Quello che in realtà mi allarma è che ci si preoccupi di nominare il vertice di un ente senza nemmeno avere la decenza di spiegare cosa si vuol fare di un ente che da sei anni attende di essere soppresso”.

“Ci saremmo aspettati un documento di pianificazione, un progetto di rilancio o di cambio di missione. Nulla. Quello che è importante per Salvini, Di Maio e i loro sodali non sono i progetti ma solo mettere la persona giusta al posto giusto.

Evidentemente per l’Eipli la persona giusta, al netto delle competenze che non discuto, è Antonio Altomonte il cui merito principale è essere in strettissimo rapporto politico con il senatore Pepe”.

“Prendiamo atto che il vento del cambiamento è solo, in realtà, una brezza capace di occupare le postazioni”, conclude De Filippo.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close