Media

A Milano il primo ristorante in cui si paga il conto in base al numero dei follower su Instagram

Dall’11 ottobre a Milano sarà possibile pagare al ristorante in base ai follower di Instagram. Nel nuovo locale ‘This is not a sushi bar’ infatti il conto verrà deciso in base a quanti seguaci abbiamo sul social fotografico più popolare. Il punto vendita, che apre in zona Porta Romana, è il sesto della catena di ristoranti lanciata nel 2007 da Matteo e Tommaso Pittarello, i due fratelli padovani proprietari dell’unconventional sushi bar.

Il meccanismo con cui i clienti pagheranno è molto semplice, e prevede uno o più piatti gratis a seconda del numero di follower sul profilo Instagram dei clienti.

Come racconta La Stampa, bisogna ordinare il primo piatto e pubblicare un post su Instagram, taggando il ristorante. In base al numero delle persone da cui ciascun cliente è seguito, cambia il numero dei piatti offerti dal locale.

Da 1000 a 5mila followers si avrà diritto ad un piatto gratuito, da 5mila a 10mila saranno due, da 10mila a 50mila quattro.

Da 50mila followers si passa alla fascia di ‘grande influencer’, e fino a 100mila seguaci i piatti gratis saranno otto. Per chi invece ha un profilo con più di 100mila follower, la cena sarà completamente offerta dal ristorante.

L’obiettivo dei due imprenditori, come spiegano loro stessi, è “giocare con i clienti”, non puntando ad attirare solamente i grandi influencer, ma soprattutto quelli medi e piccoli.

Se il sistema decollerà, il locale riuscirà ad ottenere un ritorno economico notevole in pubblicità e visibilità attraverso le sponsorizzazioni sui social network, e in particolare Instagram, che sono i canali che oggigiorno rendono meglio.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

visualizza articoli simili

Close
Close