News Musica

CANTON Sono solo Il terzo singolo dal nuovo album “1/3 (Uno su tre)” in radio da martedì 25 settembre.

Tre mesi esatti sono passati dalla release di “Voglia di te”, ed ecco che insieme all’autunno arriva “Sono solo”, il terzo singolo dei CANTON! I brani estratti dal nuovo album ‘a tappe’ “1/3 – Uno su tre”: con la regolina del singolo ogni tre mesi stanno infatti accompagnandoci in questo 2018 da una stagione all’altra…
Prima la primavera con la voglia di leggerezza di “Ancora Estate” (oltre 880.000 visualizzazioni25° posizione nella IndieMusicLike, ma soprattutto 1° posizione nella Classifica Emergenti), poi l’estate con la passione di “Voglia di te” (quasi 1.300.000 visualizzazioni, ancora una 1° posizionenella Classifica Indipendenti Emergenti e la 19° nella Classifica Indipendenti generale!), e ora l’autunno, la stagione dell’introspezione, con “Sono solo”, la canzone più intima e intensa tratta dal nuovo lavoro: “Più intensa musicalmente perche, pur rimanendo sostanzialmente ‘pop rock’, si sposta verso atmosfere più “inquietanti”, più “interiori”… E più intenso liricamente, parlando di solitudine e dell’impossibilita di darsi un senso al di fuori della relazione sognata con una persona che ancora non è al nostro fianco.” (Marcello Semeraro).
Staremo a vedere che risultati raggiungerà il nuovo singolo di questo trio che – anche grazie alle chitarre di Marco Gardini e la produzione e programmazione di Davide Dalpiaz – si sta riconfermando, 30 anni dopo, come una delle migliori realtà del poprock elettronico italiano!
Sì perché, lo ricordiamo ancora una volta, i CANTON sono presenti nella colonna sonora degli italiani sin da quel 1984 che li ha visti sul palco del Festival di Sanremo con il 4° posto di “Sonnambulismo”: un grandissimo risultato in un periodo i cui le canzoni di Sanremo monopolizzavano l’airplay radiofonico e i jukebox per tutto l’anno. Dopo “Sonnambulismo” è stata la volta di “Please don’t stay”, pubblicata in tutta Europa, con cui vincono Azzurro e opartecipano al Festivalbar ’85. Grazie a “Please don’t Stay”, i Canton conobbero Pete Waterman, produttore di Dead or Alive, Bananarama, Rick Astley, Donna Summer, Kylie Minugue, Elton John e moltissimi altri artisti internazionali del gotha del pop elettronico del tempo. Con lui incisero “Stay With Me”, distribuita in Europa e Nord America. Poi l’interruzione forzata del 1986 (l’etichetta cessa le produzioni, lasciandoli vincolati a un contratto pluriennale), i progetti collaterali e infine il ‘letargo’… Ma ogni letargo finisce con un risveglio. E così nel 2010 i CANTON si ‘stiracchiano’ con un omaggio al loro primo successo, “Sonnambulismo 2010”: e subito viene ristabilito il contatto fra la band e il pubblico che non li aveva scordati, divenendo la spinta definitiva a pubblicare i pezzi nuovi, composti per pura passione negli anni.
La passione, che getta dietro la schiena le amarezze del passato e ti fa guardare avanti, al futuro. E non a caso è al futuro il titolo del primo album dei CANTON. Parliamo di “Ci saremo”, un album di debutto che ha atteso tanti anni per vedere la luce, e che riporta la musica del trio al presente, senza rimpianti e con ottimismo. I sei singoli estratti da “Ci saremo” sono valsi oltre 100 interviste con le radio, sono tutti entrati nelle classifiche di airplay di musica indipendente, e i relativi videoclip hanno superato il milione e mezzo di visualizzazioni online.
E nel 2018 è la volta di un nuovo progetto: il secondo album “1/3 – Uno su tre”, che prevede la pubblicazione un singolo ogni tre  mesi. “1/3 – Uno su tre” ha già visto l’uscita di due singoli i cui riscontri insegnano che a questi eterni ragazzi del poprock non sono mai venuti a mancare quella passione, quel coraggio e quella determinazione alla base del fare musica e del saper creare un reale legame col pubblico.
visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close