Cronaca

Piero Lacorazza a Senise per rilanciare nuove idee su programma speciale senisese

Nell’incontro di stamani al comune di Senise il consigliere regionale Piero Lacorazza ha illustrato le sue proposte ed idee per rilanciare il programma speciale senisese.

Il consigliere ha detto: Nel bilancio regionale del 2019 sono previsti 1,5 milioni di euro per ristorare i comuni macrofornitori di servizi, una proposta approvata dal consiglio regionale il 29 maggio scorso, tutti i crediti da riscuotere ammontano a circa novanta milioni di euro.

Con la delibera del 31-05-2018 Formez garantirà l’assistenza tecnica non soltanto al programma royalties della Val d’Agri ma anche al programma speciale Senisese.

Si avvicina la variazione di bilancio regionale che avrà luogo tra circa 25 giorni, bisogna arrivarci preparati, suggerire nuove idee e proposte per rilanciare il programma speciale senisese, nella relazione di bilancio vengono accantonati degli importi in gergo tecnico:crediti di dubbia esigibilità, bisogna attuare un piano di rientro crediti per regolare i rapporti con la Puglia, ed un piano per regolare i rapporti tra regione ed enti locali.

Bisogna in primo luogo verificare e chiudere i residui del vecchio programma prima della variazione di bilancio, la formez è pronta a dare supporto tecnico,il piano di rientro è pronto, bisogna ragionare sulle azioni da intraprendere per migliorare il territorio, la variazione di bilancio può dare certezza nel corso del triennio 2019-2020, per questo è importante l’intervento dei sindaci del territorio.

Il territorio dovrà scegliere di rafforzare i propri asset principali, la riconversione del patrimonio edilizio attuabile da subito, interventi per il settore agricolo ed interventi per il sociale.

Questo territorio ha bisogno di qualcosa che sia qui in esclusiva, qualcosa di unico che non esista altrove in regione, una idea è quella di riparlare della scuola dello sport anche in ricordo di Luigi Viola già sindaco di Chiaromonte e consigliere scomparso in un tragico incidente, creare sul territorio qualcosa che funzioni tutto l’anno.Il Pollino dovrebbe essere la prima sede del Parco Regionale della Musica.

Sulla stessa linea il sindaco Rossella Spagnuolo: Bisogna dare dei segnali forti e decisi al territorio, dobbiamo combattere lo spopolamento, creando opportunità di lavoro per tutti.

Non bisogna commettere gli errori fatti in passato, possiamo apportare dei cambiamenti soltanto se tutti insieme lavoriamo con il massimo impegno.

Un grave errore fu quello dei famosi 35 milioni di euro: bandi per finanziare il rilancio delle piccole e medie imprese ed il famoso Macroattrattrore di Senise,tanti soldi arrivati sul territorio che non hanno lasciato alcun segno positivo, con bandi per le aziende che sono andati deserti.

 

 

 

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close