sport

Grande successo per la terza edizione della Sila Epic con oltre 850 atleti giunti da ogni parte d’italia

Grande successo per la terza edizione della Sila Epic con oltre 850 atleti giunti
da ogni patte d’Italia per un percorso da veri biker “epici”.

Camigliatello Silano nel cuore del Parco Nazionale della Sila in Calabria ha ospitato la
terza edizione della Sila Epic, gara di mountainbike su più percorsi tra i quali il percorso
Epic di 107 Km e 3200 metri di dislivello e il percorso granfondo di 52 Km e 1400 metri di
dislivello interamente tracciati nel Parco Nazionale della Sila.

Nel percorso Epic a vincere è il piemontese della cicli Olympia Jacopo Billi e tra le donne
la polacca Anna Urban.

Sono stati oltre 850 gli atleti provenienti da ogni angolo d’Italia pronti a sfidarsi sui percorsi
della Sila Epic; partenza alle ore 8.30 dal corso principale di Camigliatello in una giornata
serena e fresca.

Subito si sale verso il primo Gpm di giornata dove in testa transitano Paolo Colonna (Scott
Racing Team) e più staccati Jacopo Billi (Olympia Factory Team) Giuseppe Di Salvo (FRM
Racing Team) e Leopoldo Rocchetti (Team Bike Theraphy) seguiti a breve distanza da
Cristiano Salerno (Scott Racing Team) e Marzio Deho (Olympia Factory Team).

Nei chilometri successivi al comando si forma un terzetto composto da Jacopo Billi e dal
duo della Scott Racing Team Salerno e Colonna.

A metà gara Paolo Colonna ci prova aumenta il ritmo ed allunga portandosi da solo al
comando, ad inseguire con un ritardo di meno di un minuto ci sono il compagno di squadra
Cristiano Salerno e l’atleta dell’Olympia Factory Team Jacopo Billi.

La svolta della corsa avviene dopo il secondo Gpm dove prima Colonna e poi Salerno
sono vittime di errori di percorso e perdono posizioni, tutto a favore del giovane
piemontese Billi che velocissimo si avvia da solo verso il single trak finale che porta al
traguardo andando a vincere la Sila Epic con il tempo di 5h 27’ 21” in seconda posizione si
presenta Cristiano Salerno terzo posto per Leopoldo Rocchetti.

Subito dopo l’arrivo dei primi un violento temporale condiziona la gara di tutti gli atleti
presenti sul percorso, alcuni decidono di fermarsi altri continuano per terminare la loro
prova; l’organizzazione riesce a gestire al meglo la situazione e recupera i partecipanti che
hanno deciso di fermarsi sul percorso.

I tempi sono dilatati per i bikers che decidono di continuare la gara anche sotto la pioggia
battente e la temperatura non proprio estiva ma la Sila Epic è anche questo, una sfida
prima con se stessi che con gli altri.

Nella gara femminile la prima a presentarsi sotto l’arco di arrivo è la polacca Anna Urban
che fa registrare un tempo di 7h 32’, in seconda posizione arriva Fabia Romana
Costantini, terza Lucia Minervino entrambe in ritardo di corsa 1h e 30’ dalla vincitrice.

Podio assoluto percorso Epic:
Maschile
1. Jacopo Billi Olympia Factory Team
2. Cristiano Salerno Scott Racing Team
3. Leopoldo Rocchetti Team Bike Theraphy
4. Giuseppe Di Salvo FRM Factory Racing Team
5. Mirko Pirazzoli FRM Factory Racing Team
Femminile:
1. Anna Urban Volkswagen Samochody Uzytkowe Mtb Team
2. Fabia Romana Costantini Team Bike Palombara Sabina
3. Lucia Minervino Special Bikers Team
Epic Twin Race
1. Stefano Pantaleo e Pietro Balestra ASD Mtb Città degli Imperiali
2. Giovanni Picciutto e Luca Picciutto Bikefortore
3. Sebastiano Triscari Barberi e Silio Adornetto ASD Ciclo Tyndaris
Podio assoluto percorso Classic
Maschile
1. Antonio Vigoroso ASD Marco Montoli
2. Antonio Maurizio Calamo ASD Globuli rossi Ostuni
3. Vincenzo Saitta Special Bikers Team
4. Rosario Graziano ASD Reventino Bike Team
5. Angelo Tagliente ASD Mtb Casarano
Femminile
1. Domenica Mazzeo ASD Vibo Bikers Skatenati
2. Lucia Del Core NRG Bike
3. Ottavia Musci ASD M&M Bike Andria
4. Grazia Mazzone ASD New Bike Andria
5. Tiziana Liguori ASD Extreme Bike Salerno
La Sila Epic vi da’ appuntamento al prossimo anno con tante novità ad iniziare da una nuova data.

ASD Mountainbike Sila : www.silaepic.com

 

 

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

visualizza articoli simili

Close

Close