Cronaca

Inchiesta sanità : Pittella ha escluso responsabilità

“Ha risposto con fermezza e ha escluso ogni sua responsabilità”. Lo hanno detto Donatello Cimadomo ed Emilio Nicola Buccico, avvocati difensori del Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), al termine dell’interrogatorio di garanzia, che è durato circa due ore.

Il governatore lucano è ai domiciliari dallo scorso 6 luglio nell’ambito di un’inchiesta su concorsi truccati nella sanità lucana.

Ad interrogare il governatore sono stati il gip Rosa Nettis, il pm Arcangelo Colella e il Procuratore Pietro Argentino.

Al termine dell’interrogatorio,  Emilio Nicola Buccico e Donatello Cimadomo, avvocati del presidente Pittella, hanno confermato la totale estraneità del suo assistito ai fatti contestati e affermato che sarà avanzata la richiesta al Tribunale del Riesame.

“Il presidente Pittella ha risposto con fermezza a tutte le domande dei giudici e ha escluso ogni sua responsabilità”, hanno dichiarato  Cimadomo e Buccico.

I due legali hanno inoltre chiesto la revoca della misura cauterale in misura secca: “Non accettiamo attenuazioni di questa misura cautelare, perchè riteniamo che non ci siano gli elementi perchè continui la restrizione a carico del nostro cliente”, hanno ammesso.

Sulle  dimissioni l’avvocato Buccico ha dichiarato: “Non ho parlato con il presidente Pittella,  penso che non gli sia mai sfiorata l’idea di dimettersi altrimenti sarebbe contradditorio con quello che stiamo dicendo”.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close