Cronaca

CONFAPI, LANCIATA PROPOSTA ACCADEMIA PMI

Il Consiglio nazionale dei Giovani imprenditori Confapi, riunitosi a Napoli lo scorso 29 giugno, ha lanciato la proposta di creare un’accademia delle piccole e medie Imprese, un’università delle Pmi che formi gli imprenditori di domani.

Il progetto è stato elaborato anche con il contributo di Eustachio Papapietro, componente della giunta nazionale dei Giovani imprenditori Confapi e vice presidente vicario del gruppo Giovani di Confapi Matera.

L’idea di creare un’accademia per le Pmi prende le mosse dalla visita che i Giovani imprenditori hanno fatto alla Ios Developer academy di San Giovanni a Teduccio, presso l’Università Federico II di Napoli, dove il gruppo Giovani ha ricevuto l’accreditamento per la selezione di talenti formati dalla Apple academy elaborando, di riflesso, la proposta di collaborare per la realizzazione di un’accademia nazionale per le Pmi.

La proposta è stata accolta con entusiasmo da parte del direttore della Apple academy, prof. Giuseppe Ventre e anche dal Magnifico Rettore dell’Università Federico II, prof Gaetano Manfredi, che hanno reso possibile l’utilizzo degli spazi dove formare imprenditori e lavoratori e hanno manifestato la volontà di contribuire nella realizzazione di percorsi formativi innovativi per il trasferimento di competenze nelle Pmi.

“L’Accademia nazionale delle Pmi – spiega Jonathan Morello Ritter, presidente Giovani Confapi – è un progetto che ha raccolto grande interesse e impegni concreti dal mondo accademico ed economico.

Nei mesi scorsi abbiamo avuto modo di confrontarci anche con il Rettore prof. Guido Saracco del Politecnico di Torino che ha aperto le porte al mondo delle piccole e medie impresa e all’accademia.

Oggi grazie a quanto emerso dal tavolo di lavoro a Napoli, abbiamo avuto conferma che non c’è solo interesse ma che l’apertura dell’accademia per le Pmi è una vera e propria necessità”.

Eustachio Papapietro, citando Schumpeter, per cui l’innovazione è uno degli elementi della crescita, ha sottolineato che ”innovazione e formazione continua sono necessarie per aumentare la competitività delle imprese, soprattutto di quelle dei giovani imprenditori che fanno del sapere e della conoscenza il loro quid pluris”.

“Oggi l’obsolescenza delle competenze è molto rapida e quindi il ruolo della formazione continua diventa determinante. Questo è un tema che i giovani imprenditori vogliono portare avanti”.

L’idea dell’Università delle Pmi, che si dovrebbe concretizzare a breve in un protocollo d’intesa, prevede la creazione di un network di luoghi di eccellenza accademica, su tutto il territorio nazionale, dove poter svolgere attività didattica e di formazione.

Altro progetto è quello che vede impegnato il gruppo Giovani Confapi nazionale nel predisporre iniziative in grado di poter offrire occasioni di lavoro ai giovani programmatori «laureati» alla «Apple academy» di San Giovanni a Teduccio.

Il prossimo incontro del Consiglio nazionale dei Giovani imprenditori Confapi si terrà a Venezia nel prossimo mese di settembre.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close