Cronaca

IL 28 GIUGNO GLI “INNOVATION BOOTCAMP” DI T3 INNOVATION

Valorizzare la conoscenza del sistema della ricerca lucana, ma anche le idee brillanti dei giovani in Basilicata, sviluppando proposte progettuali che rispondano alla sfida lanciata da 5 realtà imprenditoriali che hanno avviato un percorso d’innovazione con T3 Innovation.

Questo l’obiettivo degli Innovation Bootcamp, organizzati il 28 giugno dalla struttura di innovazione e trasferimento tecnologico della Regione Basilicata.

L’evento partirà alle 9, nell’ex aula magna del dipartimento di Scienze del Campus di Macchia Romana, con la presentazione dei dettagli della giornata e delle attività in programma.

Alle 10, nella sede di T3 Innovation, prenderanno avvio i boot camp (letteralmente “campi di addestramento”).

Si tratta di sessioni pratiche della durata di 7 ore (fino alle 17) durante cui gli studenti e i giovani iscritti lavoreranno in team per ideare una proposta progettuale che risponda alla sfida lanciata dalle 5 aziende, ognuna appartenente a una delle aree di specializzazione individuate dalla Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Basilicata.

Terralab (area aerospazio) punta alla valorizzazione dell’utilizzo dei dati derivanti dalle riprese fatte con un drone; Plasticform (area automotive) vuole ottimizzare i processi produttivi in ambito automotive, Evra (area bioeconomia) chiede di riqualificare in chiave salutistica i piccoli borghi; Polform (area energia) sfida i partecipanti a capire come è possibile riutilizzare gli scarti di produzione del mobile imbottito mentre Le4uadre (area industria culturale e creativa) a individuare soluzioni che rendano il made in Italy un elemento in grado di portare valore aggiunto nel settore design.

La migliore proposta, per ciascuna delle 5 sfide, riceverà un premio, messo a disposizione dalle stesse aziende.

Gli Innovation BootCamp vedranno la partecipazione, oltre che dei referenti delle 5 aziende e dei consulenti di T3 Innovation, anche di alcuni esperti di settore: i componenti del Comitato Scientifico, costituito da T3 Innovation nell’ambito delle attività di approfondimento culturale e tecnologico che affiancano quelle strettamente operative della struttura. Sono: Alberto Del Bimbo, per industria culturale e creativa, professore dell’Università degli studi di Firenze; Antonio Moccia, per aerospazio, e Amedeo Andreotti, per energia, entrambi docenti dell’Università di Napoli Federico II; Maria Lodovica Gullino, per bioeconomia, professoressa dell’Università di Torino; Luigino Filice, per automotive, professore e pro-rettore dell’Università della Calabria; Antonio La Spina e Luciano Monti, per l’area policy e analisi del territorio, entrambi docenti della Luiss Guido Carli. Ognuno di loro, inoltre, sarà coinvolto, dalle 15 alle 17, in dei tavoli di lavoro finalizzati a presentare e condividere con il mondo della ricerca lucano le attività e i percorsi di approfondimento scientifico, che porteranno anche a realizzare pubblicazioni di raccolta dei risultati.

La giornata si chiuderà alle 17 con una sessione plenaria (sempre nell’ex aula magna del dipartimento di Scienze), per presentare i vincitori dei BootCamp, i risultati dei tavoli di lavoro tenuti dai componenti del Comitato scientifico e conoscere i dettagli del progetto europeo Ois-Air, incentrato sulla diffusione del modello di open-innovation nella Regione Adriatico-ionica, illustrati dall’Università degli studi della Basilicata.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close