Cronaca

SENISE: Pittella e Braia: “Svolta sulla forestazione”

Si è svolto a Senise presso la sala del Comune l’incontro con i braccianti agricoli forestali per illustrare tutte le novità che segnano una svolta storica del settore.

A dare il benvenuto il Sindaco di Senise Rossella Spagnuolo che ha dichiarato  : “62.500.000,00 milioni di euro in Bilancio Regionale destinati al comparto della forestazione.

Una riforma che racchiude un intero comparto sotto l’ unica governance del Consorzio di Bonifica di Basilicata. 151 giornate lavorative per tutti! Certezza dei diritti! DIGNITÀ al Lavoro e ai Lavoratori,Sblocco del turnover.

Diritti tutelati per una platea di lavoratori, quasi tutte donne, impegnate in lavori spesso pesanti per garantire alla nostra comunità servizi di pulizia del verde urbano e di prevenzione antincendio.

Finalmente,dopo anni, la stabilizzazione di un settore! Grazie alla giunta Regionale per l’ottimo risultato raggiunto”.

L’intesa contiene tutto quanto è stato sempre richiesto a gran voce dalla platea dei forestali e che trova finalmente una risposta concreta.

Circa 3400 operai avranno un incremento importante di giornate con la certezza della puntualità dei pagamenti. Si dice fine alle incertezze sulla forestazione e al tira e molla sulle giornate lavoro.  Con questo progetto, condiviso con i sindacati, si dà certezza agli addetti .

“E’ una svolta importante a beneficio dei lavoratori”. Lo dichiara il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, a seguito dell’incontro svoltosi insieme all’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia.

Nuova governance, platea unica, minimo delle 151 giornate CAU, riavvio del turn over dal 2019 sono i pilastri del progetto di “Rilancio per la tutela e valorizzazione del patrimonio forestale regionale” .

Nel dibattito sono intervenuti il Presidente del Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra, Giuseppe Musacchio Presidente unico del consorzio di bonifica.

Tanti gli interventi da parte dei lavoratori , che hanno dichiarato la loro soddisfazione , ma ponendo anche alcune domande per il miglioramento del settore.

 

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close