Cronaca

CGIL,CISL,UIL 1 Maggio a San Costantino Albanese: “il rilancio delle aree interne per lo sviluppo del territorio”

CGIL, CISL e UIL di Basilicata organizzano la festa dei lavoratori, che si svolgerà nel comune di San Costantino Albanese, comunità arbёreshё che conta all’incirca seicento abitanti.

La festa dei lavoratori vuole portare al centro dell’attenzione politica il disagio, lo spopolamento, l’impoverimento dei piccoli comuni rurali, che nella nostra regione aumentano sempre di più.

La responsabile della CGIL del Senisese Pina De Donato invita tutti i cittadini dei comuni dell’area a scendere in piazza Unità d’Italia alle ore 10.00 per far sentire la propria voce: in questi comuni sono scomparsi il lavoro, la sanità, l’istruzione, la formazione.

Questo dobbiamo urlare il primo maggio: vogliamo che questa terra tradita dalle politiche scellerate, che ci ha resi servili e sempre più poveri, abbia il giusto riscatto; abbiamo bisogno di fermare l’emorragia dello spopolamento; abbiamo bisogno di lavoro; abbiamo bisogno di riappropriarci dello stato sociale, smantellato ormai da tempo; rivendichiamo il diritto di restare nella nostra terra, evitando l’emigrazione; abbiamo il diritto di vivere in un territorio che non sia inquinato dagli idrocarburi; abbiamo il diritto di bere acqua non contaminata; abbiamo il diritto di emanciparci e lasciarci alle spalle la politica clientelare e dell’assistenzialismo.

In questa terra comatosa, abbandonata all’apatia ed al fatalismo, dov’è molto più facile lamentarsi che fare, il primo maggio vuole essere un punto di partenza per la rinascita delle aree interne rurali.

Il ruolo del sindacato non è soltanto quello di tutelare i diritti dei lavoratori, ma anche quello di scuotere le coscienze dei cittadini per costruire una società migliore.

Ma tutto ciò non è possibile senza l’apporto degli amministratori locali, soprattutto dei sindaci, che rappresentano le comunità a cui appartengono e dunque le problematiche dei territori che governano: le loro politiche sono però spesso asservite alle direttive regionali, col risultato che tutti vediamo.

La CGIL di Senise si rivolge soprattutto ai primi cittadini del Senisese, chiedendo loro di essere protagonisti della politica locale, e non semplici comparse.

Buon Primo Maggio a tutti

Responsabile CGIL Senise (Pina de Donato)

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

visualizza articoli simili

Close

Close