Cultura ed Eventi

AL VINITALY DI VERONA ANCHE L’UNIONE REGIONALE CUOCHI LUCANI

“Non solo vini lucani al “Vinitaly”, la più grande manifestazione dedicata al mondo del vino che si è svolta a Verona nei giorni scorsi.

All’interno dello stand allestito dalla Regione Basilicata nel padiglione undici una sorta di maxi vetrina per le bottiglie delle denominazioni lucane, sono state organizzate – rende noto l’Unione Regionale Cuochi Lucani – sia presentazioni di vini in collaborazione con i sommelier dell’Ais Basilicata, sia momenti quotidiani di presentazione della gastronomia locale con finger food a base di prodotti tipici preparati dall’Unione Regionale Cuochi Lucani aiutati da 10 studenti dell’Istituto Professionale Alberghiero di Matera in alternanza scuola lavoro”.

“I cuochi lucani sono stati protagonisti del momento inaugurale dello stand Basilicata, curando i finger food che hanno accompagnato il brindisi alla presenza dell’assessore alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia, e del viceministro alle Politiche agricole alimentari e forestali Andrea Olivero che ha espresso parole e continua manifestazione di attenzione e stima verso il comparto agroalimentare lucano.

L’appuntamento più importante per i cuochi lucani è stato il “Gran Galà” che si è tenuto all’interno del Palazzo della Gran Guardia, organizzato dall’Enoteca Regionale Lucana in collaborazione con il Dipartimento Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, la Fondazione Matera Basilicata 2019 e l’Apt Basilicata.

Ai circa 300 presenti, tra i quali anche operatori, buyer e giornalisti del vino nazionali ed esteri, gli chef dell’Unione Regionale Cuochi Lucani hanno proposto uno straordinario menù di prodotti agroalimentari tipici regionali (tagliere lucano di salumi, formaggi e sott’oli al pancotto, strascinati con peperoni cruschi e cacioricotta, insalatina di baccalà con patate e olive ‘majatica’ di Ferrandina, filettino di maialino nero bardato con capocollo nostrano, pistacchi di Stigliano e prugne, ciambotta con patate frantumate alle erbe aromatiche e verdure grigliate, fragole Candonga del Metapontino e mousse di ricotta con crumble di nocciole e bouquet di lamponi di Basilicata). Tra le altre curiosità del Vinitaly, la presenza di numerosi prodotti dell’enogastronomia lucana all’interno del ristorante “il Goloso” gestito dalla Federazione Italiana Cuochi, insieme al presidente nazionale, il lucano Rocco Pozzulo”.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close