News Musica

Pubblicato dalla Dark Ace Records Kompany ,“Bodies” è il nuovo singolo e video dei DEVYA

Il video prodotto dal regista Paolo Parisotto , con la collaborazione della coreografa Silvia Cernecca , descrive ed è ispirato alle immagini di “Satantango” del regista Bela Tarr  e ai quadri di Roberto Ferri. Sono molti i richiami alle icone della letteratura e della musica “dark”: visioni legate al mondo fantastico e onirico. Le immagini proiettate su corpi e vestiti con effetti speciali rendono il video estremamente drammatico.Il ritmo della musica accompagna una lunga e sofferta camminata della protagonista Stephanie Leon che ci appare in epoche storiche diverse muovendosi in un mondo fantastico e dantesco popolato da entità oniriche.

Vive? Forse, il video non dà risposte,  ma alla fine del lungo cammino la protagonista svela dove ci ha portato: in un oblio oltre la morte dalla quale vuole fuggire lasciando prima un misterioso dono.

Bio : DEVYA è il progetto musicale di Devis Simonetti. Dal 1996 al 2002 la permanenza nel Regno Unito con Lorenzo Bertoli, grazie al produttore Roberto Concina, gli consente di dedicarsi all’ autoproduzione e alla musica elettronica. Fonda i “Devya” con Francesca Mombelli nel 2010. L’album d’esordio, “I Don’t Know What Is Christmas” (uscito per la Media Company Audio Ferox / Paige 2013) è la prova evidente di quanto la new-wave, il brit –pop, lo shoegaze, l’ industrial e il pop sintetico, siano stati ascoltati, assorbiti e rielaborati. Nel 2014 pubblicano il singolo e il video “Going To Town”, partecipando nel 2015 a un radio tour e diverse compilations. Nel 2017 siglano con la Dark Ace Record Kompany , rilasciando il  digital 45  Witch – Hunt” prodotto da Luca Franzolini e il mini album “Black Waves And Floating Foams”, per la medesima label. Nel 2018 insieme al co-produttore e chitarrista Marco Menazzi , i nuovi “Devya” pubblicano “Bodies” il secondo video del progetto partecipando anche alla nuova compilation “CIA Volume 7 “della Cia Specialforces e Cia-Rocks.eu labels  con degli estratti dall’ E.P. ““Black Waves And Floating Foams

 

 

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close