Cultura ed Eventi

“IO SONO” MOSTRA FOTOGRAFICA DI LUISA MENAZZI MORETTI AL MUSEO NAZIONALE DI PALAZZO LANFRANCHI, MATERA

“IO SONO” MOSTRA FOTOGRAFICA DI LUISA MENAZZI MORETTI AL MUSEO NAZIONALE DI PALAZZO LANFRANCHI, MATERA

Io sono mostra fotografica di Luisa Menazzi Moretti Museo Nazionale di Palazzo Lanfranchi

Matera L’1 marzo 2018 alle ore 18,00 verrà inaugurata nella Sala Levi del Museo Nazionale di Palazzo Lanfranchi a Matera, la mostra fotografica Io sono curata da Luisa Menazzi Moretti, prodotta da Città della Pace per i Bambini Basilicata, Cooperativa Sociale il Sicomoro e Arci Basilicata ed allestita in collaborazione con il Polo Museale della Basilicata.

Il progetto è composto da venti ritratti fotografici di grandi dimensioni di rifugiati e richiedenti asilo, ai quali si affiancano altrettanti pannelli con i testi delle loro storie raccolti dall’artista durante la sua recente permanenza in Basilicata. “Ho incontrato persone arrivate nel nostro Paese alla ricerca di una vita migliore – ha affermato Luisa Menazzi Moretti – Insieme a moltissime altre sbarcano e si confondono nell’indistinto afflusso di uomini e donne senza volto e senza storia. Non sappiamo nulla di loro. Da dove vengono, chi sono? Li vediamo da lontano. In televisione, su internet, paiono tutti uguali”.

A Matera la mostra, dopo l’inaugurazione del 1 marzo, alla quale saranno presenti i protagonisti ritratti dell’autrice, rimarrà aperta fino al 5 aprile.

All’inaugurazione saranno presenti Luisa Menazzi Moretti, la Direttrice del Servizio Centrale – SPRAR Daniela Di Capua, la Direttrice del Polo Museale delle Basilicata Marta Ragozzino, il Direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Paolo Verri, il Direttore della Fondazione Città della Pace Valerio Giambersio, il Presidente della Cooperativa Sociale Il Sicomoro Michele Plati e il Presidente di ARCI Basilicata Ottorino Arbia.

Orari di visita 9-20 tutti i giorni, mercoledì 11-20
Biglietto per il Museo 3 euro intero – 1,50 ridotto – gratuito (termini di legge) – gratuito per tutti prima domenica.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close