Cultura ed Eventi

FONDAZIONE SINISGALLI E SPECIALE LEZIONI DEL NOVECENTO

Dopo aver portato in Basilicata due filosofi del calibro di Agnes Heller e Miguel Benesayag, la Fondazione Leonardo Sinisgalli organizza un nuovo ciclo speciale delle “Lezioni del Novecento, ovvero il Furor Sinisgalli per la scuola”, in collaborazione con sei Istituti scolastici e due associazioni culturali (Soroptimist International Club di Potenza e Lauriaattiva).

Tre grandi ospiti: il filosofo, psicologo, psicanalista, Umberto Galimberti, il saggista ed editor Riccardo Mazzeo, la scrittrice e giornalista Brunella Schisa. L’ottava edizione delle Lezioni, in programma fra il 12 e il 15 marzo, si svilupperà in 9 appuntamenti, con sei incontri scolastici rivolti in particolare a studenti e docenti, a Marsico Nuovo (IIS “G. Peano”), Potenza (Liceo Scientifico “P. P. Pasolini”, I.C. “L. Sinisgalli” di Potenza, Liceo Scientifico “G. Galilei”, Liceo Classico “Q. Orazio Flacco”), Sant’Arcangelo (I.I.S. “Carlo Levi”), e tre presentazioni di volumi a Montemurro, Lauria e Potenza.

Il primo ospite a salire in cattedra sarà Riccardo Mazzeo. La sua collaborazione con il filosofo Zygmunt Bauman, suo maestro e mentore, e i loro studi congiunti sul “secolo inquieto” saranno al centro della lectio magistralis “Io, Zygmunt Bauman e l’inquietudine del Novecento” lunedì 12 marzo alle ore 10:00 presso il Liceo Scientifico “P. P. Pasolini” di Potenza. Introdurrà la lezione il dirigente scolastico Giovanni Latrofa.

Alle 17:00 Mazzeo sarà invece all’I.C. “L. Sinisgalli” di Potenza per il Corso di aggiornamento per docenti su “Educazione e complessità”, nel quale punto di partenza sarà il dibattito affrontato nel volume che Mazzeo ha scritto a quattro mani con Bauman “Conversazioni sull’educazione” sul ruolo degli educatori rispetto alle problematiche delle giovani generazioni. A introdurre l’incontro sarà la dirigente dell’istituto, Giovanna Gallo.

Martedì 13 marzo presso l’I.I.S. “Carlo Levi” di Sant’Arcangelo (ore 10.00) Riccardo Mazzeo terrà invece la sua seconda Lectio magistralis dal titolo “La liquidità dell’Integrazione”, nella quale affronterà con gli studenti il delicato tema dalla sempre più spesso difficile convivenza tra culture, prima fra tutte quella fra la civiltà islamica e quella occidentale. La lezione sarà aperta dalla dirigente Lucia Lombardi.

Seconda ospite delle Lezioni del Novecento sarà Brunella Schisa, scrittrice e giornalista de “la Repubblica” nonché collaboratrice del supplemento settimanale “Il Venerdì”, di cui ha curato per anni la rubrica dedicata ai libri. Martedì 13 marzo alle ore 18.00 la Schisa presenterà presso la Terrazza del Grande Albergo a Potenza (Corso XVIII Agosto 1860, 46) il suo romanzo “La nemica” (Neri Pozza editore, 2017) incentrato sul personaggio di Jeanne Valois, contessa de la Motte, che nelle sue memorie si firmava “la nemica mortale” della regina Maria Antonietta.

Alla presentazione del volume, organizzata in collaborazione con il Club di Potenza dell’Associazione Soroptmist, interverranno, insieme all’Autrice, lo scrittore Gaetano Cappelli, la blogger Giuditta Casale e la giornalista Cinzia Grenci. Mercoledì 14 marzo alle 10:00, Brunella Schisa sarà al Liceo Scientifico “G. Galilei” di Potenza per la sua lectio magistralis dal titolo “Narrare la Storia attraverso i romanzi”, partendo proprio dal romanzo “La nemica”, in cui le vicende della protagonista, uno dei personaggi femminili più affascinanti del XVIII secolo, si intrecciano con la Rivoluzione Francese e la fine dell’Ancien Régime. Introdurrà l’incontro la dirigente dell’Istituto Camilla Schiavo.

Il filosofo, sociologo, psicanalista, accademico e giornalista de “la Repubblica” Umberto Galimberti sarà il terzo ospite delle Lezioni del Novecento. Mercoledì 14 marzo incontrerà gli studenti dell’I.I.S. “G. Peano” di Marsico Nuovo alle ore 10.00, per la Lectio magistralis “I giovani e il nichilismo nell’epoca delle nuove tecnologie” in cui saranno approfonditi i temi affrontati nel volume di Galimberti “L’ospite inquietante. Il nichilismo e giovani”, ossia la negazione del valore nell’età della tecnica di cui sono vittima principale i giovani, che si trovano sempre più ad assistere allo scorrere della vita in terza persona, senza nessuna certezza né motivazione. Ad aprire la lezione sarà la dirigente scolastica Serafina Rotondaro.

Alle 17:30, Galimberti sarà ospite della Casa delle Muse di Sinisgalli a Montemurro per firmare le copie dei suoi libri.

Giovedì 15 marzo alle 10:00, la sua lezione presso il Liceo Classico “Q. Orazio Flacco” di Potenza, mirerà a spiegare come “Educare l’anima ai tempi della tecnica”, ossia come far sì che l’uomo possa evitare di essere dominato dalla tecnica, recuperando il valore umanistico della scienza, una riflessione iniziata dall’intellettuale sin dalla fine degli anni ’90 sulla scia della lezione di Emanuele Severino (di cui è stato allievo) e di Heidegger, a partire dall’opera “Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica”. Introdurrà l’incontro la dirigente Silvana Gracco.

L’ultimo appuntamento delle Lezioni del Novecento si terrà a Lauria Inferiore giovedì 15 marzo alle ore 18.00, con la presentazione del saggio di Zygmunt Baumann e Riccardo Mazzeo “L’elogio della letteratura” (Einaudi 2017), realizzata in collaborazione con l’associazione LauriAttiva. Nel volume i due intellettuali analizzano la controversa relazione fra letteratura e sociologia, intrecciando la psicoanalisi con la pop culture, Franzen, Musil, Littell e Proust con la cultura karaoke. La presentazione, introdotta dal presidente di Lauriattiva Pierluigi Scaldaferri, vedrà relazionare la docente Giusy Scaldaferri, con le conclusioni affidate a Riccardo Mazzeo.

Il ciclo speciale delle Lezioni del Novecento, aperto in tutti i suoi appuntamenti al grande pubblico, rientra nel palinsesto della rete Acamm (Aliano, Castronuovo, Moliterno e Montemurro) ed è patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale della Basilicata. Gli Istituti scolastici coinvolti registreranno le Lezioni sulla piattaforma Sofia (Il Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti) come da direttiva Miur n. 170/2017, per il rilascio dell’attestato e per usufruire del diritto all’esonero dei docenti (art. 64, comma 5 del Ccnl).

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close