Cronaca

BILATERALE NATURA 2000, BASILICATA DEFINITA “PUNTA DI DIAMANTE”

Il Dipartimento Ambiente ed Energia della Regione Basilicata ha ricevuto nei giorni scorsi un plauso da parte della Commissione Europa e del Ministero all’Ambiente per le buone pratiche messe in campo con l’attuazione del Programma Rete Natura 2000.

In occasione della Bilaterale con la Commissione Europea su “Italia nell’ambito dell’Azione 5 del Piano d’Azione per la natura, i cittadini e l’economia”, la Regione Basilicata, rappresentata dalla Dirigente generale del Dipartimento Ambiente ed Energia, Avv. Carmen Santoro, e dalla Dott.ssa Antonella Logiurato, è stata chiamata ad esporre le azioni che hanno permesso di raggiungere risultati molto soddisfacenti grazie alle buone pratiche in atto.

Nel corso della due giorni si è discusso della situazione ecologica dei singoli siti regionali italiani, dei quali oltre alle valenze naturalistiche sono state messe a fuoco le eventuali problematiche ed i rischi in termini di conservazione sia per gli habitat che per le specie presenti.

La definizione degli obiettivi e la redazione delle Misure di tutela e conservazioni, di cui la Regione Basilicata è parte attiva, sono stati analizzati come prodotto delle migliori relazioni possibili tra la strategia di conservazione e le attività dell’uomo con essa compatibili.

I rappresentanti del Dipartimento Ambiente ed Energia della Regione Basilicata hanno esposto sulle modalità di attuazione delle Misure di Tutela e Conservazione (MTC) ed i Piani di Gestione (PdG) sul territorio lucano che, prima di essere approvati, sono stati discussi e concordati con gli attori istituzionali del territorio e con gli altri soggetti gestori mediante convegni, seminari e incontri divulgativi. Una volta approvate le MTC o i PdG i tecnici della Direzione natura (MATTM) hanno potuto designare le Zone Speciali di Conservazione (ZSC) che in Basilicata sono 54 su 55 siti Natura 2000.

E’ stato evidenziato, inoltre, che L’Ufficio Parchi, così come richiesto dall’Europa, ha redatto il quadro di azioni prioritarie (Prioritized Action Framework: PAF) che, dopo essere stato condiviso, è stato approvato dalla Giunta Regionale. Azioni inserite nell’ambito della programmazione PO-FERS 2014-2020. Infine è stato illustrato il portale del Piano Paesaggistico Regionale.

I referenti del Ministero hanno riconosciuto alla Basilicata, pertanto, il merito di aver attivato concretamente Rete Natura 2000 “punta di diamante Italiana” nel settore, e i commissari europei si sono congratulati per “l’entusiasmo e l’impegno profuso”.

L’Assessore all’Ambiente ed Energia della Regione Basilicata Francesco Pietrantuono ha espresso “grande soddisfazione per il riconoscimento ottenuto e per il lavoro svolto dagli Uffici dipartimentali per le buone pratiche in atto che possono contribuire a far crescere il nostro territorio e a preservarlo. Il plauso dei referenti del Ministero e dei Commissari europei è per noi un forte incoraggiamento a proseguire sulla strada intrapresa”.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close