Cronaca

PARCO REGIONALE GALLIPOLI COGNATO TRA I BEST LIFE SELEZIONATI

Il Parco Regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane è uno dei partner del progetto Ricopri, uno dei Best Life projects selezionati dalla Commissione Europea per il biennio 2016/2017.

“Abbiamo ricevuto la comunicazione con notevole stupore e successivamente, dai contatti con la monitor dott.ssa Catelani e con i referenti del National Contact Point del Ministero dell’Ambiente, è stato possibile comprendere che nella valutazione finale di monitoraggio del progetto avevamo ricevuto un alto scoring per l’attenta gestione, nonostante la complessità delle azioni, e la capacita di risolvere gli inconvenienti intercorsi” ha dichiarato il Direttore del Parco Marco De Lorenzo. “Per la categoria Life Natura per il biennio 2016/2017 il nostro progetto è stato l’unico progetto italiano premiat” ha sottolineato il Presidente Mario Atlante.

“Questo risultato,” ha continuato, “ è frutto dell’impegno e della professionalità espressa dal gruppo di lavoro che, superando le tante difficoltà incontrate nel corso dei cinque anni del progetto, è riuscito a generare valore per il territorio e per la comunità scientifica”.

Il progetto RI.CO.PR.I., che ha avuto come obiettivo la tutela e conservazione di habitat naturali, ha visto come partner due Province, un Parco Naturale Regionale, una Università e un’Associazione di agricoltori, condividendo impegno per Applicare buone prassi e azioni per proteggere e ristabilire i due habitat e le specie di farfalle ad essi associate, nei 3 siti afferenti alla rete europea Natura 2000 in cui si svolgono le azioni del progetto; ridurre/eliminare le minacce agli habitat e alle specie, in particolare l’abbandono e/o Il pascolo non regolato e l’invasione di specie aliene; stabilire un approccio comune per la protezione a lungo termine di questi habitat basata sul monitoraggio del suono dei 2 habitat delle specie di farfalle che da essi dipendono; aumentare il livello di consapevolezza della popolazione locale e degli stakeholders sull’importanza di tali habitat; Stimare il valore economico dei 2 habitat, sia in termini di prodotti (latte, carne e derivati) e di servizi di ecosistema, tenendo conto della documentazione prodotta a livello internazionale, quali, ad esempio, il Sistema di Contabilità Ambientale ed Economica, e il Teeb.

Il progetto si è svolto in tre siti sugli Appennini, 2 nella provincia di Roma e uno nella provincia di Potenza, entrambe parte della regione biogeografica Mediterranea.

La premiazione si svolgerà il 23 maggio 2018 a Bruxelles.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close