Cronaca

Parte da Scanzano Jonico il progetto Basilicata Fork to Fork per valorizzare eccellenze enogastronomiche del territorio Lucano

Dall’idea di un giovane e dinamico imprenditore scanzanese, Giuseppe Ferrara, manager del Lido “Sabbia D’oro”, nasce Basilicata Fork to Fork, un brand incentrato sulla valorizzazione enogastronomica del territorio e delle eccellenze lucane.

«Questo progetto – spiega Ferrara – nasce dalla mia spiccata volontà di evoluzione e trasformazione che già con la mia azienda ha dato ottimi risultati. Dopo numerose indagini di mercato, sono arrivato alla conclusione che avendo moltissime eccellenze territoriali, dovremmo lavorare in maniera assidua e programmatica per poterle mostrare al mondo intero».

Il nome del brand non è scelto a caso. Prende spunto, infatti, dal fortunato film di Rocco Papaleo, Basilicata Coast to Coast, che rappresenta per antonomasia la Basilicata genuina, con le sue tradizioni e le sue esperienze culinarie appunto da costa a costa. Il marchio infatti, si basa sulla valorizzazione dei prodotti tipici lucani nonché delle eccellenze del settore enogastronomico quali chef ed esperti del settore che manterranno la tradizione abbinata alla ristorazione contemporanea a km zero.

Basilicata Fork to Fork sarà sia un franchising che permetterà la divulgazione del brand Basilicata in tutto il mondo, con la possibilità di apertura di punti vendita e consulenze da parte dello staff che una guida enogastronomica sull’evoluzione della cucina lucana con un percorso fotografico che farà rivivere tutti i paesi insieme alle ricette create dai nostri top chef. Un libro fruibile e utile a tutti anche grazie alle attività di ristorazione d’elitè che saranno presenti all’interno della guida dopo un’attenta analisi degli standard di qualità e, quindi, successivamente recensiti e presenti sulla guida con le varie indicazioni.

«Credo molto in questa guida che stiamo realizzando – continua Ferrara – insieme ad uno staff di 20 persone (chef, sommelier, food blogger, consulenti turistici e giornalisti) tutti esclusivamente lucani e accomunati dalla voglia di far emergere la nostra Regione. Qualsiasi persona aprendo la guida avrà a disposizione una molteplicità di scelta rispetto al luogo in cui si trova, garantendo quindi, grande visibilità alle attività del settore, nonché un grande servizio al cospetto del turista di turno. Organizzeremo vari workshop e presentazioni del libro in tutte le più grandi città d’Italia, così da far conoscere le bontà regionali cercando di far affluire un nutrito numero di turisti e portando introito alle attività presenti sul territorio».

Infine Basilicato Fork to Fork sarà anche una scuola di cucina per futuri chef finalizzata all’inserimento nel mondo del lavoro di ragazzi e ragazze che mirano a crescere in questo settore e organizzerà corsi per turisti interessati alla cucina tipica lucana.

All’intero progetto sono molti i nomi illustri che stanno dando un apporto concreto, uno su tutti il top chef dei Vip Niko Sinisgalli, che sta avendo un grande successo nella capitale con il ristorante e champagneria Tazio, dove ogni giorno politici, vip e imprenditori degustano una cucina ricercata e moderna. Ma anche personalità che sul territorio stanno facendo la differenza nel loro settore come lo chef di Hotel Villa Cirigliano e presidente APCI (Associazione Professionisti Cuochi Italiani) Basilicata Mario Demuro, nonché fondatore di Lucania Food Experience, Francesco Garofalo (imprenditore e presidente di Confindustria turismo), gli chef Andrea Gnoni ed Enza Crucinio (fresca di partecipazione al programma televisivo Hell’s Kitchen), l’inviato della Prova del Cuoco su Rai 1 per lo slow food Peppone Calabrese, la food blogger Benedetta Salsi, i giornalisti Roberto Mele, Enzo Fontanarosa e Marco Angelucci (Rai), Maria Rosito (ufficio stampa nazionale) Rocco Giosa (Radio Carina), Victor Aivanesei (area vendita), Francesco Calderaro, presidente Premio Heraclea, Paolo D’Amore, presidente FIB (Federazione Italiana Barman) Basilicata, la pagina facebook da oltre 30mila mi piace Lucania131, l’associazione Confindustria Basilicata e Confindustria giovani, di cui Ferrara è un rappresentante.

 

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close