Cronaca

ENTRO MARZO 28,7 MEURO AGEA SBLOCCA I PAGAMENTI PSR BASILICATA

“Saranno sbloccati da AGEA entro fine marzo oltre 28,7 milioni di euro, di cui già emesso il decreto per 3,360 milioni di euro, ulteriori 10,4 milioni di euro entro il 28 febbraio e la rimanente parte entro il 31 marzo prossimi.”

Lo comunica l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali Luca Braia.

L’Assessore Braia, l’ADG del FEASR Rocco Vittorio Restaino, il Dirigente UECA Ermanno Pennacchio e i funzionari del Dipartimento Agricoltura Tommaso Romeo, Silvia Vignola e Eugenio Tropeano, che seguono le misure interessate, hanno incontrato i vertici di AGEA Gabriele Papa Pagliardini (Direttore Generale), Federico Steidl (Responsabile Area Sviluppo Rurale Agea), Francesco Martinelli (Ufficio Contenzioso) e Silvia Lorenzin, Direttore dell’area Coordinamento.

“Venerdì prossimo, 26 Gennaio come preannunciato, andrà in pagamento un decreto che liquida per la Basilicata ben 4,895 milioni di euro relativi a 94 pratiche di primo insediamento Mis. 6.1.

Fuori di ogni polemica – prosegue l’Assessore Braia – rispetto alle legittime iniziative messe in campo in questi ultimi giorni, in cui dispiace aver registrato giudizi negativi verso il Dipartimento Agricoltura di cui Ueca fa parte, che respingo soprattutto perché inerenti a criticità sulle quali abbiamo responsabilità prossime allo zero e basate su dati non corretti, è doveroso informare il comparto agricolo lucano rispetto all’esito del lungo incontro romano di oggi, in sede di Agea, finalizzato ad analizzare e risolvere i fattori che ostacolano la piena istruttoria delle domande sulle misure a superficie Psr Basilicata 2014-2020 oltre che diverse altre questioni.

Ritengo che con le attività del Dipartimento del quale dal 2014 fa parte UECA, in questi anni, soprattutto in quelli che mi vedono alla sua guida, abbiamo ampiamente dimostrato a tutti, associazioni in primis, il massimo ascolto, la comprensione delle criticità e la volontà di condividere i percorsi da intraprendere con disponibilità massima, atteggiamenti rispettosi dei ruoli anche se chiaramente sempre perfettibili.

Il cambio di programmazione (da 2007/2013 a 2014/2020) ha aggravato le criticità spesso croniche di Agea che hanno generato ritardi al limite della sostenibilità e rispetto ai quali da mesi é in atto un pressing continuo finalizzato a far accelerare le procedure e risolvere i problemi legati alla funzionalità del sistema informativo, ancora non perfettamente efficiente.

La riunione di oggi, programmata la scorsa settimana, per monitorare gli impegni assunti da Agea e coincidente con la manifestazione, non era certamente rinviabile proprio a tutela degli agricoltori che sono il nostro unico obiettivo a prescindere dalle sigle a cui appartengono, vista la difficoltà di recuperare tutti i vertici del tavolo odierno, in maniera unitaria e per un tempo congruo per affrontare le numerose problematiche poste al tavolo.

La prossima riunione programmata per il 20 febbraio servirà a verificare l’avanzamento complessivo e il rispetto degli impegni presi oggi. Se non saranno rispettate, siamo pronti a capeggiare con le associazioni azioni protesta.

​La Regione Basilicata farà tutto ciò che è possibile per non accumulare ulteriori ritardi.

Queste le scadenze concordate oggi, che rappresentano un importante punto di avanzamento e pongono la Basilicata tra le Regioni più performanti tra le 13 regioni per cui Agea e Organismo Pagatore.

Le pratiche ritiro ventennale (codifiate 2078) – Annualità 2017 sono state inserite nel Decreto 131 già da due giorni e riguarda ben 428 domande liquidate per ben 3,360 milioni di euro.

Entro il 15 Febbraio saranno messe in pagamento le pratiche già inviate da Ueca relative alle Mis. 10.2 e Mis 13.0 (Indennità compensative) per 5,5 milioni di euro. Entro il 15 Marzo sarà messa in pagamento la Mis. 10.1.1 (Produzione Integrata) per 2 milioni di euro, come previsto dal Bando, a coloro che risulteranno posizionati utilmente in graduatoria. Relativamente alla Mis. 10.1.4 – Agricoltura Conservativa Semina su Sodo, entro il 31 marzo saranno effettuati i pagamenti per oltre 3 milioni di euro. Per la Mis. 11 Produzione Biologica, entro il 28 febbraio saranno effettuati pagamenti per oltre 10 milioni di euro.

Rispetto al tema delle soluzioni alle anomalie delle pratiche sul Biologico, facciamo innanzitutto notare che di 570 pratiche ad oggi sospese ve ne sono 254 causate dai CAA che devono provvedere a trovare una soluzione. La correttiva tra conversione/mantenimento sarà comunque pronta a sistema il 15 Febbraio e riguarda 171 Pratiche mentre la correttiva “Cambio Beneficiario” sarà pronta a sistema entro il 28 Febbraio e riguarda 146 pratiche.

L’apertura del sistema SIAN (ora con procedura di collaudo, prevista per febbraio) consentirà ai GAL costituiti di poter inserire le procedure per eventuali bandi da emettere. A giorni, infine, sarà on line la procedura per lo svincolo di 30 polizze legate a pratiche della vecchia programmazione ad oggi risultanti ancora svincolabili.”