Comunicato Stampa, Cultura

Sabato 09 Dicembre ad Aliano cerimonia premiazione 20° Edizione premio letterario Carlo Levi

Sabato 09 Dicembre ad Aliano saranno premiati i vincitori della 20° edizione del premio Letterario Carlo Levi.

La XX edizione del Premio Letterario Carlo Levi, è stata presentata in anteprima il 15 novembre a Palazzo Lanfranchi di Matera, Capitale europea della cultura per il 2019.

Nell’anno in cui taglia il prestigioso traguardo della XX edizione, il Premio Letterario Nazionale “Carlo Levi” vede ancora protagoniste opere di notevole rilievo: L’amore prima di noi di Paola Mastrocola per la Narrativa Nazionale, Lettere dal Suddi Mario Aldo Toscano per la Saggistica Nazionale, Il paese dei segreti addiidi Mimmo Sammartino per la Sezione Regionale.

Un premio speciale è stato assegnato a Giuseppe De Tommaso per la sua significativa attività giornalistica. Lucano di Tursi, Di Tommaso è inviato di importanti programmi televisivi Rai, come Unomattina e La vita in diretta, per cui racconta nel bene e nel male l’Italia del nostro tempo. E’ anche autore del romanzo NO V.I.A., un thriller sull’affaire petrolio in Basilicata.

Meritevole di segnalazione è risultato il saggio Prima della notte di Mimmo Cecere, stiglianese trapiantato da cinquant’anni a Segrate. Docente di Discipline pittoriche in licei artistici milanesi, nella sua opera propone una interessante esplorazione e ricostruzione storico-antropologica dell’universo pastorale in un lembo della Basilicata-Lucania.

Come migliore tesi sull’opera leviana è stata premiata la tesi di Master “L’immagine del Mezzogiorno in Cristo si è fermato a Eboli e Tutto il miele è finito” di Dalia Abdullah Ahmed Abdullah. L’autrice, egiziana di 33 anni, è attualmente docente associata al Dipartimento di Italianistica nella Facoltà di lingue presso l’Università di Ain Shams.

Paola Mastrocola, nata a Torino nel 1956, ha al suo attivo una significativa attività letteraria, che l’ha imposta da tempo all’attenzione della critica e del pubblico, prima come autrice di libri per ragazzi, poi di romanzi e di saggi di successo. Al primo romanzo uscito nel 2000, La gallina volante, seguirono fra gli altri Palline di pane, finalista al Premio Strega nel 2001 e Una barca nel bosco, che le valse il Campiello nel 2004.

Mario Aldo Toscano, lucano di Abriola, dove è nato nel 1941, è stato a lungo docente ordinario, presso l’Università di Pisa, di Storia e teoria sociologica. Tra i numerosi saggi scientifici e manuali didattici, che sono il frutto di molte e importanti ricerche condotte sul campo in Italia e all’estero, qui si ricordano Introduzione alla sociologia, Altre sociologie, Xenia, L’utopia della memoria, In quell’epoca,meridione. E, infine, Storia di Dan, sulla storia d’Israele dalla fondazione ad oggi e Ostmark 1916, un racconto di viaggio di Max Weber e della sorella Lili, che offre un approccio al pensiero del grande studioso tedesco.

Mimmo Sammartino, giornalista lucano e responsabile della redazione potentina de La Gazzetta del Mezzogiorno, esordisce come scrittore nel 2004 con Vito ballava con le streghe. Ha pubblicato poi molte e significative opere narrative e teatrali, tra cui piace ricordare Un canto clandestino saliva dall’abisso, struggente narrazione lirica del naufragio, peraltro sempre negato, nel Canale di Sicilia, che nella notte dopo Natale del 1996 provocò la morte di 283 migranti.

Il Premio Letterario Carlo Levi e molte altre iniziative antiche o recenti, realizzate con la sinergica attività del Circolo Culturale “Nicola Panevino” e del Parco Letterario, sostenuti da tempo dall’Amministrazione Comunale di Aliano, confermano che la cultura, anche se non è risolutiva dei gravi e complessi problemi socio-economici del nostro tempo, può comunque concorrere allo sviluppo del territorio.

Condividi sui social media