Cronaca

SENISE: Benedette in piazza San Pietro da Papa Francesco a Roma due nuove campane per la chiesa di San Francesco

È stato un giorno di festa per tutta la parrocchia di Senise l’otto novembre scorso, giorno memorabile in cui Papa Francesco ha benedetto le due campane che a breve saranno installate sull’antico campanile a vela della chiesa di San Francesco.

Alla presenza di una rappresentanza dei fedeli della parrocchia, accompagnati dal parroco don Pino Marino e dal viceparroco don Nicola Caino, il Santo Padre sul sagrato di Piazza San Pietro, ha dato i primi rintocchi alle due campane che andranno a sostituire quelle attualmente in uso.

Sul campanile di San Francesco è già installata una campana nuova, la maggiore, offerta nel 2013 dalla famiglia Scarpino, in memoria della morte del giovane Giovanni Pietro.

Per armonizzare il suono dell’intero gruppo si è resa necessaria la sostituzione di quelle preesistenti, la media e la piccola, con le due nuove campane, quelle benedette appunto da Papa Francesco. E così il corpo della torre campanaria di San Francesco è oggi completamente rinnovato, come le facciate dell’edificio sacro, restaurate nella scorsa primavera.

La nuova campana media è stata realizzata grazie a un’intenzione di offerta da parte di una famiglia di Senise, mentre la piccola è stata finanziata con le offerte ordinarie dei fedeli. Entrambe sono state realizzate dalla ditta Merolla Campane.

Il loro arrivo in parrocchia è previsto per sabato 25 novembre e rimarranno esposte nella chiesa di San Francesco anche per tutta la giornata della Domenica seguente affinché possano essere visionate da vicino dai fedeli.

Le due campane recano in rilievo l’una l’immagine della Madonna di Viggiano, a cui i Senisesi sono tanto devoti, insieme allo stemma del Vescovo della Diocesi di Tursi Lagonegro Mons. Vincenzo Orofino, e l’altra l’immagine di San Rocco patrono di Senise, insieme allo stemma pontificio di Papa Francesco.

Nella giornata di lunedì 27 novembre le due nuove campane saranno installate sotto le volte dell’antico campanile, da dove suoneranno in modo finalmente armonico, componendo così definitivamente il trittico di campane della chiesa francescana, il cui interno custodisce un importante patrimonio artistico.

 

Condividi sui social media