Comunicato Stampa

Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil su pagamenti lavoratori forestali

I segretari Generali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, Vincenzo Esposito, Vincenzo Cavallo e Gerardo Nardiello, esprimono forte preoccupazione per la situazione in cui verte il comparto forestale e quello delle Vie Blu, in merito al forte ritardo delle spettanze economiche, sottolineando che “i lavoratori vivono con ansia, preoccupazione e sofferenza questo modus operandi, che li vede vittime di ritardi che in media si aggirano tra i 3 ed i 4 mesi”.

“Non è più sostenibile – affermano i sindacalisti – sopportare tali ritardi, considerando anche il fatto che nella maggior parte dei casi, l’entrata garantita dalle attività forestali rappresenta l’unica fonte di reddito. Venendo a mancare questa certezza, le persone si vedono sottratte della dignità che invece dovrebbe essere riconosciuta ad ogni lavoratore”.

“Questa annualità – continuano i segretari generali – è caratterizzata da avvii e blocchi continui dei lavori, a causa di problemi di bilancio regionale. Noi sindacati, in maniera assolutamente responsabile, pur riconoscendo l’impegno della macchina amministrativa regionale, considerano non più sopportabile queste condizioni. Per questo motivo rivolgono un appello accorato alle istituzioni perché mettano in campo tutte le azioni utili a consentire lo sblocco immediato dei fondi.

“Una simile gestione della forestazione – chiudono Esposito, Cavallo e Nardiello – non è più accettabile e quindi riteniamo non più rinviabile la riforma della governance del settore,  che sia in grado di garantire attività, tempi certi e pagamenti puntuali deli operai forestali”.

Condividi sui social media