News Musica

Ecco “Mehari Verde” , I sogni e la vita di Giancarlo Siani rivivono nel progetto del cantautore Nando Misuraca

Si intitola “Mehari Verde” ed è il nuovo singolo di Nando Misuraca, ispirato alla vita di Giancarlo Siani, il giovane giornalista precario de “Il Mattino” ucciso dalla camorra nel 1985 ad appena 26 anni.

Il progetto, prodotto dall’etichetta discografica indipendente Suono Libero Music in collaborazione con la Iod Edizioni, con il patrocinio del “Premio Elsa Morante” (dove è stato lanciato in anteprima a maggio scorso durante la rassegna che si è svolta all’Auditorium Rai) è stato presentato nel corso di una conferenza stampa al Pan- Palazzo delle Arti di Napoli, alla presenza delle più importanti cariche Istituzionali cittadine.

Tante le personalità che hanno sposato la causa e preso parte alle riprese del videoclip ufficiale (con regia di Claudio D’Avascio), tra questi lo scrittore Maurizio De Giovanni, l’attrice Barbara Mercurio, il sociologo-cantautore Lello Savonardo, il giornalista Arnaldo Capezzuto, il poeta Raffaele Sannino, la danzatrice e coreografa Carmen Ventrice, gli studenti-speaker della “F2 Radio Lab“, dell’Università Federico II.

Attraverso immagini inedite dall’archivio di famiglia miscelate con quelle “quotidiane” dei protagonisti che recitano alcuni passi della canzone, il produttore e musicista partenopeo ha voluto così raccontare la vicenda umana del giovane cronista de “Il Mattino” ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985, ad appena 26 anni: “Ho creduto che bisognasse mostrare il vero volto di Giancarlo Siani, giovane uomo che inseguiva e lavorava tenacemente ai suoi sogni, così come tutti noi protagonisti del videoclip. Ho sempre pensato -continua Misuraca- che dietro ad un sogno ci sia tanta gavetta, e Giancarlo è per me il simbolo della libertà di essere e di pensare, dell’amore ed onestà intellettuale“.

Nel videoclip musicale appare anche Paolo Siani, presidente della Fondazione Polis e fratello del giovane giornalista ucciso, da sempre impegnato nella lotta alla Criminalità attraverso lo strumento della Cultura: “Sono contento d’aver preso parte alla realizzazione al progetto di Nando Misuraca, che ha saputo interpretare, con il suo testo e la sua musica, il vero spirito di ciò che era Giancarlo, un ragazzo che sognava e viveva la sua età con impegno e passione, e di ciò che la Mehari, simbolicamente, rappresenta per la mia famiglia e per tutti coloro che ogni giorno lottano contro tutte le mafie

(a cura dell’Ufficio stampa- Suono Libero Music)

 

Condividi sui social media

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*