Politica

PRESENTATE A POTENZA LE GIORNATE DELL’INNOVAZIONE

Nel corso di un incontro con i giornalisti sono stati illustrati i sei eventi che si svolgeranno in Basilicata dal 19 settembre al 30 ottobre. Pittella: “Occasione per far conoscere quanto realizzato concretamente in materia di impresa e di innovazione tecnologica”.

Il governatore lucano, Marcello Pittella e l’assessore regionale alle Politiche di Sviluppo, Roberto Cifarelli, hanno illustrato oggi a Potenza, nel corso di un incontro con i giornalisti, le iniziative programmate nell’ambito delle “Giornate dell’innovazione”. Si tratta di sei appuntamenti che si svolgeranno dal 19 settembre al 30 ottobre “per far conoscere quanto messo in campo dalla Regione Basilicata per favorire l’innovazione tecnologica e la ricerca a sostegno dell’impresa e delle nuove generazioni”. Le “Giornate dell’Innovazione” inizieranno il 19 settembre alle 10, nell’Aula Magna del Campus universitario di Macchia Romana, a Potenza, con l’incontro dal tema “Basilicata Ultra Veloce”. Il 21 settembre alle 11.30, sempre nella sede universitaria di Macchia Romana si terra il “Kick-off day-T3 Innovation”: evento di lancio di un percorso pubblico “finalizzato al trasferimento tecnologico dal sistema della ricerca a quello produttivo”. Dal 21 al 23 settembre, a Maratea, sarà la volta di “Heroes”, il festiva euro-mediterraneo dell’innovazione, mentre Il 16 ottobre a Potenza ore alle 11, nella Sala inguscio della Regione Basilicata si terrà l’evento dal tema “Industria 4.0: investimenti e ricerca”. Dopo un incontro in programma in Regione Basilicata a partire dalle 16.30, il 20 ottobre, per conoscere le imprese che si sono candidate a partecipare con Sviluppo Basilicata allo Smau (l’evento di riferimento nei settori Innovazione e Digitale per imprese ed enti locali) le “Giornate dell’Innovazione” si concluderanno il 30 ottobre, al teatro Stabile di Potenza, con la finale della Start Cup Basilicata, a partire dalle 17.

“La nostra Regione – ha commentato il presidente Pittella – ha messo in campo con coraggio e determinazione una serie di iniziative, avendo compreso che c’è un mondo che cambia con grande velocità e che apre nuove frontiere ed ambiti di occupazione, ma anche nuovi profili di intervento occupazionale. Per questo – ha proseguito il governatore – abbiamo messo in campo una serie di interventi, investendo anche in maniera massiccia, con risorse pari a 200 milioni di euro in pochi anni. Penso alle tante start-up lanciate, alla importante risposta che abbiamo ottenuto sui bandi Pia e su quelli per l’innovazione, alla grande sfida sul trasferimento tecnologico e sulla ricerca per le imprese. Ma penso anche – ha detto ancora Pittella – agli investimenti sulla infrastruttura di rete in fibra ottica, che consentiranno di dare impulso, in Basilicata, a settori strategici quali l’identità digitale, la sanità in rete, l’infomobilità”.

“Siamo di fronte – ha evidenziato l’assessore Cifarelli – ad una visione della Regione che parte da lontano, che si è sviluppata nel tempo e che continuerà ancora. Vogliamo dare servizi innovativi alle imprese e mettere i giovani nelle condizioni di poter operare in Basilicata, perché la nostra è la politica del fare. Nell’ambito delle Giornate dell’Innovazione – ha spiegato – ci saranno sei eventi per illustrare gli importanti risultati che pongono la Basilicata avanti ad altre regioni. Nell’ambito delle iniziative – ha detto ancora Cifarelli – organizzate saranno presentati anche alcuni importanti bandi, come quello sull’industria 4.0 e sui dottorati di ricerca”.

Il presidente Pittella, a margine della riunione ha annunciato che il 18 settembre alle ore 15, a Matera, incontrerà il ministro per la coesione territoriale, Claudio De Vicenti. “Sara un’occasione – ha detto il governatore – per inaugurare in un certo senso le Giornate per l’innovazione, dal momento che conosceremo i vantaggi ulteriori che potranno scaturire dal decreto Mezzogiorno”.

Condividi sui social media

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*