Cultura ed Eventi

Nel giorno dedicato alla festa di San Rocco ad Abriola sarà festa in onore di San Valentino.

Nel giorno dedicato alla festa di San Rocco ad Abriola sarà festa in onore di San Valentino. L’evento verrà riproposto dal Comune di Abriola, dalla Pro Loco e dall’Apt di Basilicata mercoledì 16 agosto a partire dalla mattinata. La festa di San Valentino, viene celebrata nel centro lucano il 14 febbraio e in virtù della presenza di tanti turisti e abriolani residenti al nord Italia viene riproposta anche d’estate con il dichiarato intento di condividere un momento di  partecipazione e fede. Alle 11 sarà celebrata la Santa Messa officiata dal parroco di San Valentino, don Giuseppe Pronesti. Nel pomeriggio dopo un primo ma intenso momento di devozione i cittadini di Abriola saranno impegnati con la venerazione del Santo legata alla tradizione della leggenda del grano, tanto sentita nel centro lucano. Ebbene in un periodo di grande carestia per il paese,  il Santo avvertito da un Angelo, “Valentino il Romano” organizzò un convoglio di carri di grano provenienti dalla Puglia. I mercanti pagati in anticipo con un prezioso anello d’oro, portarono la merce nel paese lucano, ma invano chiesero di Valentino. Infatti nessuno lo conosceva. Sorpresi e delusi presero la via del ritorno, ma entrando in una chiesa del posto riconobbero, su un altare la statua del misterioso signore che li aveva contattati. Tutto ciò avvalora la tesi secondo cui il San Valentino, venerato ad Abriola, sia effettivamente il primo che la Chiesa abbia riconosciuto il fatto che la festa del San Valentino, presbitero di Roma, fosse già celebrata all’epoca di San Gregorio Magno, quindi contemporaneamente o addirittura in epoca antecedente alla vita del Vescovo di Terni, così come si evince nei capitularia dei secoli VII e nel Sacramento Gregoriano. Il titolo di patrono degli  innamorati che il fervore popolare attribuisce dunque proprio al San Valentino, di Abriola, risale invece al Medioevo, quando si affidò ai Santi la protezione delle necessità degli uomini.

Condividi sui social media