Cultura ed Eventi

Estate Sanseverinese: musica, spettacoli, cultura ed enogastronomia per tutto il mese di agosto.

Agosto si avvicina e come tutti gli anni, San Severino Lucano presenta un cartellone estivo ricco di eventi.

In realtà si parte già dal 27 luglio con il “Festival dell’Escursionismo”, 4 giorni alla scoperta del Parco Nazionale del Pollino con escursioni, dibattiti, sentieri animati per i più piccoli e grandi ospiti. Il Pollino non sarà l’unico protagonista. Con “Una vita in cammino alla scoperta di un’Italia sconosciuta”, Riccardo Carnovalini, scrittore, fotografo e, soprattutto, camminatore, racconterà il territorio italiano esplorato in trenta anni di cammino.

Celebrazioni sacre, animazione e tantissima musica animeranno i primi giorni dell’agosto sanseverinese. Il 4 agosto, poi, sarà il momento di uno degli eventi più longevi dell’area, il “Pollino Music Festival”, una manifestazione lunga 22 anni che quest’anno porterà sul palco due voci molto apprezzate del panorama nazionale: Niccolò Fabi e Levante. L’apertura del festival sarà affidata alla band lucana Krikka Reggae. Il 5 agosto sarà il momento del cantautore romano che, al suo ventesimo anno di carriera, porterà tutta la delicatezza della sua musica. Infine, il 6 agosto, chiuderà la rassegna Levante, giovane, esplosiva e sorprendente artista che proprio nel 2017 ha ricevuto la consacrazione nel panorama pop nazionale. Con il suo tour “Estate nel caos” porterà sicuramente scompiglio nelle tranquille serate sanseverinesi.

Il 10 agosto si spegneranno i riflettori per dare spazio all’osservazione astronomica con il “Pollino Sky Festival”.

Moda, musica, spettacolo, cultura ed enogastronomia si alterneranno durante tutto il mese ma, tra gli altri eventi in Cartellone, degno di particolare nota è sicuramente l’evento “La Terra dei Briganti. Festival della cultura meridionale” che si terrà dall’11 al 13 agosto. La manifestazione si aprirà con il dibattito “La questione meridionale. Storie di ordinaria emigrazione”, quest’anno impreziosito dalla presenza dell’attrice/autrice Egidia Bruno. Emigrante anche lei per motivi di studio e lavoro, la lucana che ha avuto l’onore di collaborare con il maestro Jannaci, con il suo spettacolo “W l’Italia.it” affronterà davanti al pubblico di San Severino alcune delle problematiche, spesso taciute, della “questione meridionale”.

Seguirà la presentazione del libro “La strada per la Città” di Saverio De Marco, opera che, attraverso la semplice narrazione di situazioni di vita quotidiana di uno studente fuori sede, riflette sulla condizione di emigrante.

All’interno del cartellone, il 12 agosto andrà in scena “O BRIGANTE O EMIGRANTE“, rappresentazione teatrale itinerante. Alla memoria di Antonio Franco, Serafina Ciminelli e tutti gli altri, i suoi autori hanno affiancato quelle di chi è stato costretto ad emigrare senza poter lottare per la propria terra. Così, partendo da quanto scritto da Francesco Saverio Nitti per un’inchiesta parlamentare del 1906, il quale sosteneva che le uniche due soluzioni alle impossibili condizioni dei braccianti meridionali erano quelle di essere o briganti o emigranti, gli autori hanno ricostruito la memoria di chi ha dovuto compiere questa scelta.

Lungo il percorso allestito nei vicoli di San Severino Lucano, lo spettatore troverà donne agguerrite pronte ad armarsi e combattere, e non solo per seguire il proprio uomo, come spesso è stato raccontato; uomini pronti ad allontanarsi dalla propria famiglia e a calpestare la propria dignità pur di regalarne una ai propri figli; uomini e donne costretti a piegare la testa e sopportare continui soprusi ; uomini che tornano dalle loro moglie dopo molti anni, quando ormai troppe cose sono cambiate.

La riflessione e la malinconia faranno spesso spazio all’ironia e alla risata per un tour dagli eccessi emotivi. Le note dei “Core Battente” l’11 agosto, dei “Lira Battente” il 12 e dei “Radio Lausberg” il 13, faranno da culla a questa altalena di emozioni.

Dopo questo evento di punta, durante tutto il mese continueranno gli appuntamenti firmati Pro Loco del Pollino: si ripartirà proprio il 14 agosto con lo storico e apprezzatissimo itinerario gastronomico, per poi proseguire, lungo tutto il mese, con serate musicali, spettacoli, sagre e tanto altro in una San Severino Lucano che non si stanca mai di stupire e divertire i suoi visitatori.

Elisabetta Ciminelli

Condividi sui social media