Calcio, Sport

Coppa Italia Lega Pro 2017, Venezia-Matera in programma oggi 26 aprile ore 17:00

Terza coppa professionistica nazionale per importanza dopo la #Coppa Italia e la Supercoppa: mercoledì 26 aprile si assegna la Coppa Italia #Lega Pro 2017. A contendersi il trofeo ci sono il #venezia di Pippo Inzaghi, che guadagnata la Serie B in anticipo cercherà un altro trionfo di prestigioso, e il Matera di Gaetano Auteri, che la scalata tra i cadetti la proverà attraverso i play off e in questo atto conclusivo di coppa riparte dal vantaggio di 1-0 firmato da Maikol Negro nella gara di andata giocata in Basilicata.

In programma alle ore 17.00 dallo stadio Pierluigi Penzo, la finale di ritorno VeneziaMatera sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport.

Nata nel 1972, la Coppa Italia Lega Pro non è mai stata vinta dal Matera e nemmeno dal Venezia, che invece espone in bacheca una Coppa Italia (1940/41). Squadra primatista nella manifestazioni è il Monza con 4 successi; da questa stagione la vittoria del trofeo consente anche l’accesso ai play-off per la promozione in Serie B.

Con la B in tasca, nella trasferta di campionato a Gubbio terminata 0-0, spazio ai giovani da parte di Inzaghi: a negare la vittoria alla baby capolista anche la complicità della sfortuna con tre legni colpiti durante i 90 minuti. Con i play off in cassaforte e il risultato da difendere contro i veneti, ampio turn over anche da parte di Auteri nel Matera impegnato in casa della Casertana, dove è arrivata una netta sconfitta per 3-1 in rimonta dopo il vantaggio lampo siglato da Dammacco..

Il Venezia è entrato in gioco già dall’estate scorsa con il girone eliminatorio, vinto davanti a Santarcangelo (2-2 in Romagna) e Mantova (vittoria 1-0 in Veneto). Sedicesimi in scioltezza sul campo del Südtirol travolto 0-4, mentre si è rivelato decisamente più complicato l’ottavo di finale contro la Reggiana, superata solo ai rigori dopo l’1-1 nei tempi di gioco. Blitz in riva al lago di Como ai quarti (1-2) ed infine, nella doppia semifinale contro il Padova, netto 3-1 in casa dopo il pareggio per 1-1 all’Euganeo.

Il Matera è sceso in campo solo dalla fase ad eliminazione diretta: ai sedicesimi ha eliminato il Lecce vincendo 2-1 allo Stadio XXI Settembre, agli ottavi la grande impresa di sbancare per 1-0 il campo del Foggia (appena promosso in B anche dalla matematica) e ai quarti ancora un blitz in Puglia con risultato minimo, questa volta a Taranto. Combattutissima la semifinale contro l’Ancona: battuto 1-0 in casa con un gol Casoli e riacciuffato sul 2-2 nel ritorno grazie a Gigli e Negro .

Condividi sui social media

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*