Cronaca

MIGRANTI, I NUMERI RIGUARDANTI LE RICADUTE OCCUPAZIONALI

“Negli ultimi due anni sono stati creati in Basilicata 700 posti di lavoro diretti nel sistema di accoglienza dei richiedenti asilo. Si tratta di lavoratori lucani, in particolare giovani, impegnati come mediatori culturali, interpreti, assistenti socio sanitari, insegnanti e addetti ai vari settori che provvedono ai servizi di soggiorno, cura e inclusione. Questo significa che i flussi in entrata di migranti oltre ad accogliere creano occupazione stabile. In due anni sono stati assunti nel settore la metà dei lavoratori reclutati nello stesso periodo dalla Fiat Sata di Melfi. Quindi nessun furto di lavoro da parte dei migranti, anzi”. Lo dichiara Pietro Simonetti, Coordinamento politiche migranti della Regione Basilicata.

Condividi sui social media