News Musica

FEDERICO CARRO “Languido rimorso”dal 9 gennaio 2017 on air

Ecco “Languido Rimorso” il nuovo estratto dall’album “Come un lampo” del cantautore ligure Federico Carro.

“La canzone “Languido rimorso” racconta di un evento particolare con una ragazza londinese, dove la notte stessa l’autore si imbatte in quello che chiamano “paralisi del sonno”. L’autore dunque, nel sognare lo sguardo della fanciulla nel quale cerca di riavvicinarsi, si accorge di essere paralizzato e, nel cercare di muovere il proprio corpo, sente la sensazione simile all’annegamento come stare immerso nel mare e nel silenzio dei propri pensieri. Avendo paura dunque, di andare oltre “la barriera della vita” come scrive nella canzone.”

Biografia

Nato a la Spezia il 15 Giugno 1991, Federico Carro cresce a Vernazza, circondato dalla natura radiosa di quei luoghi, trascorrendo il suo tempo immerso nel panorama del mare e delle colline, disegnando e dipingendo paesaggi, traendone ispirazione per le sue successive opere. Alle elementari conosce quella che diventerà la sua amica d’infanzia, con la quale condividerà risate e bei momenti. Al termine delle elementari, Federico si iscrive alla scuola media inferiore T. Signorini di Rio maggiore e successivamente al liceo Artistico Cardarelli di La Spezia, dove il suo lato artistico emerge sempre di più, rivelando il suo interesse per il mondo della scrittura. Di lì a poco scrive la bozza del suo libro “Il segreto del verziere”. Verso l’inizio del suo ultimo anno alle superiori, la sua amica d’infanzia è vittima di un incidente, un evento che fa cambiare rotta all’artista, spingendolo a dedicarsi principalmente al mondo della musica. Su quell’incidente scrive una poesia dedicata a lei, che diverrà poi una canzone. Terminata la scuola, Federico comincia a lavorare da suo zio, gestore di un bar – ristorante situato a Vernazza. Nel frattempo conosce una ragazza di La Spezia e, passeggiando insieme per Firenze, gli viene in mente una poesia che descrive la giornata passata insieme, e che successivamente trasformerà in una canzone intitolata “Thank you for your time”. Sempre più interessato ad artisti di musica pop quali Michael Jackson, Christina Aguilera, Celine Dion, Mariah Carey, Whitney Houston, ma anche Latin Pop, come quali Ricky Martin, Enrique Iglesias e Shakira, Federico comincia ad imitare nella danza il suo idolo Michael Jackson, prendendo lezioni di Hip – Hop nel centro di danza Dancing Project a La Spezia. Esibendosi nel suo bar a Vernazza e nei dintorni come imitatore di Michael Jackson, conosce una ragazza londinese, e un giorno decide di farle visita a Londra, un incontro che gli ispira una poesia che diverrà anch’essa una canzone, intitolata “Languido rimorso”. Con il tempo, comincia a risparmiare soldi per prendere lezioni private di pianoforte e canto, ampliando i suoi interessi alla musica Blues e Jazz. Durante uno dei suoi spettacoli come imitatore di Michael Jackson, una ragazza del posto suscita l’interesse di Federico che compone per lei una canzone intitolata “Influenza angelica”. Un giorno, mentre ritorna dalla lezione di pianoforte, osservando il mare che circonda il borgo ligure di Portovenere, gli viene in mente un ritornello molto melodico ed incisivo che registra sul cellulare e che, di li a poco, dà vita a una canzone che intitola “Lovely Storm”. Mentre il suo interesse per la musica pop e il Jazz cresce esprimendosi nella composizione di nuove opere musicali, Federico continua a scrivere il suo romanzo “Il segreto del verziere”, e nel frattempo, insieme ad un suo amico sassofonista, riesce a creare un piccolo gruppo. Suonando prevalentemente pezzi di Jazz, Blues e Bossa Nova come accompagnatore al piano, il suo interesse a incidere un suo cd cresce di giorno in giorno, spingendolo a terminare la canzone che aveva scritto per la sua amica scomparsa, intitolandola “Come un Lampo”. Poco dopo il gruppo si scioglie, e ognuno se ne va per la propria strada. Federico decide quindi di far decollare il progetto del suo album, e trova uno studio di registrazione indipendente a Carrara chiamato Nautilus Rec Studio. Grazie all’aiuto del suo fonico e di altri collaboratori che gli danno supporto, Federico riesce a completare l’album, intitolandolo “Come un lampo” e dedicandolo alla sua amica di infanzia scomparsa e girando poi anche un video del single “Come un lampo”. Contemporaneamente riesce a terminare il suo libro “Il segreto del verziere” e altri video musicali quali “Lovely storm” e “Replace my soul”, quest’ultima ispirata ad una storia d’amore finita male con una ragazza francese. Concentrandosi di seguito sulla promozione del cd e del suo romanzo, crea un video promozionale del suo libro, utilizzando gli scorci ed i luoghi misteriosi che fanno da cornice a Vernazza. Contemporaneamente conosce una ragazza di Torino e un giorno decide di andarla a trovare. Girando insieme per la città, trae ispirazione per il suo secondo romanzo “Il re della luce l’ordine degli dei oscuri”.

 

In seguito al lancio del singolo come un lampo fra varie radio italiane e alcune estere, Federico ottiene diverse interviste in diretta su varie radio, tra cui una londinese realizzata completamente in inglese. Nel frattempo che il singolo come un lampo girava fra le radio insieme ad uno spot che commercializzava l’album, Federico conosce una ragazza canadese per cui ha una breve quanto intensa storia d’amore con lei, influenzandolo a tal punto da dedicargli due canzoni, tra cui una di esse che dà il titolo al suo secondo album: Starlight.

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close