Cronaca

3464 classificati, 502 km percorsi e… tanta pioggia. Trofeo dei Parchi Naturali 2016 da capogiro!

dsc_0206A Laino Borgo, si è conclusa definitivamente la stagione ciclistica targata “Trofeo dei Parchi Naturali” 2016. Alla vigilia della Gran Fondo dei Bruzi, manifestazione ospitante le celebrazioni finali del circuito, sono stati premiati i leader di classifica, i primi cinque di categoria, i campioni della Pollino to Pollino e dei “Fiori dei Parchi”.

Proprio quest’ultima premiazione ha generato qualche difficoltà nell’assegnazione delle posizioni a causa di un regolamento complesso che tiene in conto molte variabili, tra cui la partecipazione alle 9 tappe del trofeo, la partecipazione ad almeno due tappe dei fiori esterne al trofeo, l’assegnazione di punti in base al dislivello affrontato in gara e l’assegnazione di punti extra per le tappe Jolly. Una molteplicità di atleti hanno concluso a pari merito e, infine, ad aggiudicarsi il titolo e la partecipazione alla “XLegend”, che si terrà a Nemi (Roma) il 16 ottobre, sono stati Lalli Cristiano (72pt), il quale ha sfiorato l’en plain di tappe chiudendone 14 su 15, Mastroianni Corrado Alberto (69pt), Diongiovanni Fortunato (69pt), Cifarelli Nicola (69pt) e Aversa Vincenzo (69pt). Gli organizzatori hanno tenuto a ribadire che “raccogliere i fiori” non significa battersi per una posizione, quanto dimostrare costanza, dedizione e devozione nei confronti dei territori promossi attraverso le 15 manifestazioni appartenenti al brevetto.

Per la Pollino to Pollino, circuito riguardante le tre tappe affrontate nel Sito Patrimonio Unesco del Parco Nazionale del Pollino (Marathon degli Aragonesi, Pollino Marathon e Gran Fondo dei Bruzi), sono stati premiati Colonna Paolo, Pellegrino Giuseppe, Ferritto Luigi, Fittipaldi Alessandro, Vincenzo Aversa, Lanzafame Marcello, Biasoli Guido e l’acclamatissima Lucia Minervino, regina indiscussa del movimento centromeridionale, oltre che della serata.

Il culmine della celebrazione, però, è stato raggiunto alla consegna delle maglie e dei premi del Trofeo. Sul Palco, i leader generali Lucia Minervino e Giuseppe Cicciari hanno indossato la maglia bianco-gialla del Trofeo e ricevuto il telaio V9E 2017 alloy 29er offerto da Protek, marchio che, puntando sulla qualità della produzione artigianale italiana, è in piena sintonia con l’obiettivo del Trofeo di valorizzare e promuovere le specificità territoriali. Oltre a loro, hanno indossato la maglia bianco-azzurra di primi di categoria e ricevuto il telaio Protek: Pastore Giuseppe (ELMT), Cavallo Leandro (M1), Ferritto Luigi (M2), Semeraro Pasquale (M3), Aversa Vincenzo (M4), Ruggiero Luciano (M5), Biasoli Guido (M7) e, naturalmente, Cicciari Giuseppe (Open) e Lucia Minervino (Donne Amatori).

Gli organizzatori sono certi di aver chiuso in positivo questa stagione. Le 9 tappe (Marathon del Salento, GF del Sele, Marathon Foresta Mercadante, Marathon Parco dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, Marathon degli Aragonesi, Pollino Marathon, Mainarde Bike Race, Marathon dello Sperone ed Etna Marathon), nonostante la pioggia grande protagonista dell’edizione 2016, hanno concluso con numeri da capogiro: 3464 atleti classificati, centinaia di team partecipanti, migliaia di accompagnatori che hanno scoperto i luoghi del trofeo. Ma soprattutto, le vostre ruote hanno calpestato 502 km disegnati dagli organizzatori delle 9 tappe. Avrebbero dovute esser un po’ di più, ma in ben due casi la pioggia ha costretto a deviare gli atleti Marathon sui percorsi di mediofondo. Si era capito sin dalle prime battute in Salento, quando il diluvio della notte precedente aveva alterato significativamente le condizioni del terreno e destato preoccupazione. Uniche due tappe salvate sono state quelle del Pollino, per il resto, il Trofeo dei Parchi Naturali ha alzato di tanto la media annua italiana delle precipatazioni.

Elisabetta Ciminelli

visualizza altro

articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close