Cronaca

Piano regionale sport approvato in quarta Commissione

Stanziati circa 1,5 milioni di euro per associazioni, gli organismi sportivi, le istituzioni scolastiche, gli enti locali e le Federazioni del Coni. Previste più risorse per le attività sportive relative all’inclusione dei diversamente abili.

La quarta Commissione consiliare, (Politica sociale) presieduta da Luigi Bradascio (Pp) ha approvato a maggioranza (hanno votato si Lacorazza, Miranda Castelgrande e Cifarelli del Pd, Bradascio del gruppo Pp, astenuto Perrino del M5s) il Piano regionale annuale per lo sviluppo dello sport 2015. Il provvedimento passa ora all’esame della seconda Commissione.

Come già nel Piano precedente, e in linea con quanto previsto dal Piano triennale 2014/2016, le tipologie d’intervento individuate sono dirette verso tutti i soggetti sportivi organizzati ed in grado di praticare le attività motorie e sportive, con particolare attenzione ai minori, agli anziani e alle donne, nonché alla fascia di popolazione svantaggiata e alle persone diversamente abili. Rispetto al piano precedente, sono state stanziate più risorse per le attività sportive relative all’inclusione dei diversamente abili. Le misure sono, inoltre, finalizzate a sostenere ed a favorire le associazioni, gli organismi sportivi, le istituzioni scolastiche, gli enti locali e le Federazioni del Coni presenti in Basilicata, al fine di contribuire alla valorizzazione e alla diffusione della cultura dello sport sul territorio regionale. Previsto anche l’aumento delle risorse a disposizione delle istituzioni scolastiche. Per l’attuazione del piano sono stati stanziati circa 1,5 milioni di euro.

Nel breve dibattito che ha preceduto l’approvazione il consigliere Lacorazza ha evidenziato la necessità di inserire una norma ponte per garantire risorse al comitato paralimpico ed ha sottolineato la necessità di avviare una riflessione sull’impiantistica sportiva presente in regione. Il consigliere Cifarelli, nel condividere quanto precisato da Lacorazza, ha sottolineato la necessità di rivedere i criteri di riparto dei contributi, sburocratizzando le procedure di assegnazione dei finanziamenti e consentendo così anche alle società dilettantistiche, non strutturate e basate sul volontariato, di poter accedere a fondi per le loro attività. Miranda Castelgrande infine ha annunciato la presentazione di un emendamento in fase di assestamento di bilancio proprio per garantire fondi al comitato paraolimpico. Il consigliere Perrino infine ha motivato la propria astensione sul provvedimento in quanto “la ripartizione dei contributi rispetto a quella dei precedenti anni non è condivisibile”.

Hanno preso parte ai lavori della Commissione, oltre al presidente Luigi Bradascio (Pp), i consiglieri Carmine Miranda Castelgrande, Piero Lacorazza, Achille Spada, Mario Polese e Roberto Cifarelli (Pd), Giannino Romaniello e Aurelio Pace (Gm), Giovanni Perrino (M5s) e Michele Napoli (Pdl-Fi).

Condividi sui social media