Sport

Giuseppe Di Salvo e Lorenza Menapace eruttano sull’Etna.

Dopo tutta la pioggia subita durante le tappe del Trofeo dei Parchi Naturali, a Milo (CT) si pronosticava una domenica di “fuoco” ed invece è ancora la pioggia a farla da padrona. Le precipitazioni incessanti, il freddo e la nebbia, oltre a scoraggiare molti dei 1200 iscritti, hanno costretto gli organizzatori a ridurre significativamente i 74 km del percorso originale.

Come da pronostico, sul vulcano attivo più alto d’Europa, il palermitano Giuseppe Di Salvo si è imposto sul gruppo chiudendo il percorso “rivisitato” in 2h10’06’’. L’atleta, andando in fuga sin dai primi chilometri, ha condotto una corsa in solitaria centrando l’obiettivo di migliorare la terza posizione della precedente edizione. Dietro di lui Mirko Pirazzoli, atleta della FRM Factory Racing Team che, dopo aver partecipato alle prime tre tappe dell’Etna Marathon Tour, si è riversato sulla Marathon scendendo di un gradino rispetto al 2015. Un ottimo Ciccanti Marco ha completato il podio di questa decima edizione. Pur chiudendo solo al sesto posto, Giuseppe Cicciari si è confermato leader del Trofeo.

Pronostici rispettati anche per la gara in rosa: la trentina Lorenza Menapace è salita sul gradino più alto del podio lasciandosi alle spalle l’atleta di casa, Elizabeth Simpson. Terzo gradino per la tenacissima Nunzia Gammella, quest’anno già sovrana in Sila.

Un dominio preannunciato anche per la gara a tappe “Etna Marathon Tour” dominata dalla coppia Longo-Cattaneo. Il trentino ed il bergamasco, reduci da un memorabile terzo posto nella corsa a tappe più famosa al mondo, la “Bike Transalp”, hanno letteralmente dominato chiudendo la kermesse con due primi e un secondo posto.

Nonostante le avversità, questa decima edizione ha confermato la valenza di questa manifestazione, ormai gara regina nel panorama nazionale. L’affiancamento della competizione a Tappe, “Etna Marathon Tour”, poi, ha conferito quel tocco di carattere in più che tanto attira gli amanti delle avventure più estreme.

Gli organizzatori, già a lavoro per il 2017, hanno dichiarato di voler proseguire con la corsa a tappe e hanno svelato anche la prima novità: l’Etna Marathon Tour si concluderà il sabato per permettere ai più temerari di partecipare ad entrambe le competizioni.

Con questa prima domenica d’autunno si è chiusa la 14ima edizione del Trofeo dei Parchi Naturali: un successo di numeri e qualità che ha sicuramente ripagato tutti gli sforzi organizzativi. L’epilogo finale, però, è rimandato a Domenica, 2 ottobre a Laino Borgo (CS) quando, in occasione della “Gran Fondo dei Bruzi”, si terrà la festa di premiazione dei Leader generali, Cicciari-Minervino, di tutti i primi 5 di categoria, del miglior Team, dei vincitori della competizione “Pollino to Pollino”, e tanti altri.

Elisabetta Ciminelli

Condividi sui social media