Cronaca

SCOMPARSA CIAMPI, IL CORDOGLIO DI PITTELLA

“Rattrista, oggi, la scomparsa del Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Uomo delle istituzioni di statura straordinaria ed europeista che fondava i suoi convincimenti sui valori di integrazione e comunità.

Ha ricordato a tutti gli italiani il profondo significato e l’importanza dei simboli repubblicani, sapendo interpretare con sobrietà ed umanità un grande sentimento di unità nazionale.

Ebbe belle parole per la Basilicata e per la capacità dei lucani di utilizzare bene e in fretta i programmi infrastrutturali comunitari. Ed espresse elogi per la bellezza della città di Matera, che gli aprì le sue porte nel corso della sua visita nel 2001. Per la città dei Sassi predisse, con grande slancio e lucidità, un futuro di sempre maggiore crescita e sviluppo.

Torna poi attuale e stringente il suo riferimento, in quel discorso, a quella che egli stesso chiamava “alleanza delle autononie”, richiamando allora, come ha fatto in seguito, tutti noi ad un monito di unità e condivisione per riuscire a cogliere opportunità più grandi del singolo tornaconto.

Ci mancheranno i suoi modi miti ma decisi e la sua capacità di leggere a fondo le cose del mondo”.

Lo dichiara il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella.

Condividi sui social media